Calciomercato Roma, svendita totale | La decisione dei Friedkin

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

Calciomercato Roma, i Friedkin hanno deciso di cambiare strategia: via tutti gli esuberi, anche se comportano una minusvalenza

Calciomercato Roma
Ryan e Dan Friedkin ©Getty Images

Il cambio di strategia è netto. E le minusvalenze non sono più uno spauracchio. I Friedkin hanno dato mandato a Tiago Pinto di sfoltire la rosa. Ad ogni costo. Per tagliare il monte ingaggi e avere un risparmio nel medio e lungo periodo. Non c’è altra via d’uscita in questo momento – spiega il Corriere dello Sport – per i giallorossi. Che hanno in rosa 45 elementi. Un’enormità.

Inoltre, si deve tenere presente, che altri 5 almeno arriveranno dalla Primavera. Una questione difficile da risolvere quindi. Per questo, la strategia voluta dalla proprietà americana e che Pinto dovrà mettere in atto, è quella di lasciar partire chiunque non è nei piani di Mourinho. E’ ben accetta anche una perdita nell’immediato, che potrebbe essere coperta con un aumento di capitale.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, chiude la filiale spagnola | Ne resta solo uno

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, Mou guarda in Premier | Asta con Leicester, Wolves e West Ham

Calciomercato Roma, ecco chi lascerà il giallorosso

Calciomercato Roma
Tiago Pinto

E i calciatori pronti a partire sono tanti. Tantissimi. Da Pastore, a Nzonzi, passando per Florenzi, Kluivert, Olsen e anche Dzeko, che è quello che prende più di tutti: 7,5 milioni di euro per un’altra stagione. La Roma, del contratto dell’attaccante, farebbe volentieri a meno. Poi ci sono Under, Coric e Bianda, che oltretutto, guadagnano un bel po’ rispetto al loro rendimento e utilizzo in campo.

La rosa della Roma sarà di massimo 24-25 elementi. Quindi c’è tanto da sfoltire. Dovrà essere abile Tiago Pinto nel cercare le soluzioni migliori. La vittoria sarebbe quella di perdere il meno possibile. Anche se oggettivamente non sarà per nulla facile. Ma i grandi dirigenti si vedono soprattutto in questo. E il portoghese, arrivato a gennaio, ha davanti il primo compito difficile della sua esperienza in giallorosso.