Calciomercato Roma, dilemma Mourinho | Servono 15 milioni cash

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:45

Calciomercato Roma, dilemma per Mourinho: servono 15 milioni cash per convincere la società a cederlo. Si tenterà il colpo

Calciomercato Roma
Rui Patricio (Getty Images)

Nonostante le strategie siano definite da un pezzo, soprattutto per quanto riguarda quel ruolo, la Roma continua a monitorare tutte le situazioni possibili per riuscire a fare la scelta giusta. La trattativa per Rui Patricio è praticamente chiusa, ma secondo il Corriere dello Sport, Tiago Pinto starebbe valutando altre piste per il portiere, cercandone, per esempio, uno più giovane.

E si guarda soprattutto in Italia, precisamente all’Atalanta, dove Gollini è in uscita. Gasperini è alla ricerca di un elemento in grado di offrirgli maggiori garanzie (ma dietro al divorzio ci sono anche gli screzi tra i due) e ha messo sul mercato l’estremo difensore. La richiesta è alta: 15 milioni cash, senza nessuna contropartita tecnica. Pinto, insieme a Mourinho, valuta.

LEGGI ANCHE: Roma, nuovi soci e stadio | Svolta Friedkin, i tifosi sognano

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, prezzo fissato | La reazione di Pinto

Calciomercato Roma, Gollini obiettivo di Pinto

Pierluigi Gollini (Getty Images)

Le pretese della società di Percassi sono difficile da limare. I giallorossi avrebbero provato ad inserire nella trattativa anche il cartellino di Florenzi. Ma dal club nerazzurro la risposta è stata negativa. Solamente soldi, che l’Atalanta vorrebbe reinvestire per Musso dell’Udinese, altro portiere che era stato cercato dalla Roma.

Su Gollini si sarebbe mossa anche la Lazio, ma la possibilità di essere allenato da Mourinho farebbe preferire la destinazione giallorossa al portiere che, nella Roma, ritroverebbe gli amici Cristante e Mancini: insieme hanno giocato in Lombardia e il loro rapporto è sicuramente ottimo. Adesso però spetta alla società giallorossa dare l’accelerata decisiva, anche perché il 6 luglio si avvicina e iniziare senza sapere chi sarà il prossimo portiere titolare non è il massimo. La sensazione è che sia davvero questione di giorni per capire su chi Mou punterà nella prossima stagione.