Calciomercato Roma, ritorno in Spagna | Mourinho ha già deciso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:38

Novità clamorosa sul calciomercato che riguarda la Roma. Già segnato il suo destino.

AS Roma 2
©️Getty Images

Non è arrivato ancora nessun colpo ufficiale in entrata per la nuova Roma targata José Mourinho. Probabilmente però il portoghese prima di accettare l’incarico, sapeva bene a cosa sarebbe andato incontro. Il general manager Tiago Pinto sta provando ad incastrare i tanti tasselli mancanti, che fanno riferimento soprattutto alle cessioni (davvero molte) che la società capitolina con un miracolo dovrà far quadrare, anche in vista del bilancio, che al 30 giugno si chiuderà con un altro passivo. Dunque, rosa da sfoltire e giocatori nuovi da acquistare, non molti, ma in grado di completare la rosa.

LEGGI ANCHE >>> Roma, Totti chiama e Mourinho risponde | Il messaggio social

LEGGI ANCHE >>>  Calciomercato Roma, Totti parla del suo futuro | “Mourinho è il migliore”

Calciomercato Roma, ritorna al Barcellona

Carles Perez
Carles Perez ©️Getty Images

In attacco, sugli esterni in primis, la Roma si troverà con ben 7 giocatori per due ruoli, o forse tre se qualcuno può essere impiegato come trequartista in un ipotetico 4-2-3-1. Da Mkhitaryan a El Shaarawy, passando per il grande rientro di Zaniolo, per i rientri di Kluivert e Under, concludendo con Pedro e Carles Perez. Proprio su quest’ultimo c’è da registrare una novità sul calciomercato. Secondo quanto riportato da ‘donbalon.com’, l’esterno offensivo mancino sarebbe ‘libero’ di trovarsi un’altra sistemazione, dopo che Mourinho gli avrebbe già dato il benservito. Per lui, però, si potrebbero riaprire clamorosamente le porte del Barcellona, squadra dal quale la Roma lo comprò nel gennaio dell’anno scorso.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, incontro con l’agente | Quella videochiamata di Mou…

Il giocatore si sarebbe proposto ai blaugrana, che potrebbe prendere in seria considerazione l’ipotesi del ritorno dello spagnolo, soprattutto qualora sia Francisco Trincao che Dembélé dovessero lasciare il club. Il tecnico del Barca, Ronald Koeman, non avrebbe dato ancora il via libera, così come l’allora allenatore blaugrana Quique Setién non volle la cessione di Carles Perez che poi arrivò.