Roma, Calafiori da brividi: “Mi stavo sentendo male per lui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:50

Roma, Calafiori da brividi all’evento organizzato dal consiglio direttivo dell’Unione dei tifosi Romanisti: “Mi stavo sentendo male per lui”

Roma
Calfiori e Darboe ©AsRomalIve.it

All’evento organizzato dal Consiglio Direttivo dell’Unione dei tifosi romanisti, erano presenti anche Calafiori e Darboe. I due giovanissimi (dopo è arrivato anche Fienga) hanno parlato ai prestigiosi giardini del palazzo Brancaccio. E non hanno sicuramente nascosto le proprie emozioni. Anzi, tutt’altro, soprattutto l’esterno, che in questa stagione sembra in rampa di lancio, ha spiegato cosa ha provato domenica sera, nel momento in cui E Shaarawy ha piazzato quella palla alle spalle di Consigli, permettendo alla Roma e a Mourinho di piazzare la quinta vittoria ufficiale in stagione in altrettante partite.

“Il gol di El Shaarawy? Immagino cosa abbia provato, mi stavo sentendo male io per lui. Cosa più bella non c’è. All’Olimpico ho già segnato ma senza pubblico” ha detto Calafiori. Che spera di rivivere la stessa emozioni, ma davanti ai tifosi.

LEGGI ANCHE: Roma, nuovo stadio | L’annuncio di Maurizio Costanzo

LEGGI ANCHE: Giudice sportivo Serie A | Arriva la stangata

Roma, Calafiori ancora sul suo momento

Riccardo Calafiori
Riccardo Calafiori ©Getty Images

“L’anno scorso avevo giocato qualche gara ma era tutta altra cosa, quest’anno con i tifosi è ancora più bello. Speriamo che al più presto si possa tornare al 100% della capienza. Anche se così, a dire il vero, già si sentono. All’Olimpico devo ancora giocare ma è un’emozione positiva”. Poi un passaggio anche alla Nazionale, Under 21, dove Calafiori è in pianta stabile: “Sono due grandissime responsabilità, poi ovviamente la Roma è la squadra per cui tifo ma con la Nazionale rappresenti l’intero Paese, forse hai più responsabilità. Entrambi sono emozioni veramente incredibili”.

Sulla stessa scia del compagno anche Darboe, che ha sottolineato come i tifosi “ci siano mancati”. Ovviamente, emozioni, quelle di giocare davanti al pubblico, che non si possono spiegare. Anche Darboe è apparso davvero emozionato.