Roma-Cska Sofia: la probabile formazione giallorossa | Mou cambia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:12

Roma-Cska Sofia, per il debutto nella fase a gironi di Conference League, Mou è pronto a cambiare. Ecco chi gioca dal primo minuto

Roma-Cska Sofia
Jose Mourinho ©Getty Images

Sì, è arrivato il momento del turnover per José Mourinho. Se in campionato, lo Special One, ha deciso di mandare in campo i migliori – a ragione – riuscendo così a portare a casa la terza vittoria consecutiva in Serie A, domani sera, lo Special, qualcosa cambierà. Nella gara contro il Cska Sofia, all’Olimpico, che bagnerà il debutto dei giallorossi nella fase a gironi della Conference League, ci saranno alcuni cambiamenti. In tutti i reparti.

Già tra i pali dovrebbe toccare a Fuzato al posto di Rui Patricio. E anche la difesa sarà completamente rivoluzionata. Probabile il debutto in stagione per Smalling: il difensore inglese ha superato i problemi muscolari ed è pronto a scendere in campo dal primo minuto. Al suo fianco Kumbulla. Mentre, sugli esterni, spazio a Ibanez a destra e Calafiori a sinistra.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, desiderio Mourinho | Tiago Pinto sfora

LEGGI ANCHE: Roma, la festa non è per tutti | C’è un caso spinoso per Mourinho

Roma-Cska Sofia, si cambia anche davanti

Eldor Shomurodov © Getty Images

A centrocampo uno tra Veretout e Cristante dovrebbe riposare per lasciare una maglia da titolare a Diawara. Più probabile l’italiano, visto che il francese, con la propria nazionale, è rimasto a guardare. Sulla trequarti, alle spalle dell’unica punta che dovrebbe essere Shomurodov (Abraham guarderà i compagni dalla panchina), l’unico titolare di domenica sarà capitan Lorenzo Pellegrini. A destra giocherà Carles Perez, a sinistra il match winner della sfida contro il Sassuolo, vale a dire El Shaarawy.

Scelte quasi fatte, che dovrebbero essere confermate durante la rifinitura di oggi. Con questi impegni ravvicinati, è impossibile far giocare sempre gli stessi. Una Roma quindi che cambierà pelle rispetto al campionato. Ma non per questo sarà meno competitiva. Anzi: chi scenderà in campo vorrà mettersi in mostra per cercare di mettere in difficoltà lo Special.