Roma, El Shaarawy non torna indietro | “Capitolo chiuso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:36

La Roma è pronta a debuttare nel girone di Conference League, domani sera contro il CSKA Sofia. In conferenza è intervenuto anche Stephan El Shaarawy. 

Stephan El Shaarawy ©Getty Images

La Roma è attesa dall’esordio in Conference League, domani sera allo stadio Olimpico arriva il CSKA Sofia. Per presentare la sfida ai bulgari, oltre al tecnico Mourinho, è intervenuto in conferenza stampa anche Stephan El Shaarawy, match winner dell’ultima sfida casalinga. Il faraone è stato decisivo nella gara contro il Sassuolo, realizzando il 2-1 finale e scatenando la corsa sotto la Curva Sud di tutta la squadra, compreso il tecnico portoghese.

Leggi anche: Calciomercato Roma, sorpresa sulla fascia | Lo porta Mino Raiola

Rete al 91esimo minuto che ha regalato la vetta ai giallorossi, primi in coabitazione con Napoli e Milan. Rete che ha allungato la striscia vincente del tecnico Mourinho, cinque su cinque dall’esordio ufficiale. L’attaccante è intervenuto in conferenza stampa, mostrandosi carico e determinato per le tante partite che attendono i giallorossi. E’ infatti una finestra stagionale in cui si giocherà ogni tre giorni, e le occasioni per mettersi in mostra non mancheranno di sicuro.

Leggi anche: Calciomercato Roma, Friedkin senza rivali | Questa classifica parla chiaro

Verso Roma-CSKA, la carica di Stephan El Shaarawy

Abraham ed El Shaarawy ©Getty Images

La conferenza inizia sull’attacco giallorosso, reparto che non lo vede partire da titolare in questa fase: “Sono un giocatore che ha tanti anni d’esperienza, capisco quello che mi chiede il mister e che c’è competizione in tanti reparti, per cui devo accettare le richieste del tecnico. L’attesa però ne è valsa il prezzo, bisogna anche saper aspettare e farsi trovare pronti, è quello che penso sempre.

Sul capitolo Cina: “La Cina per me è un capitolo chiuso, ho fatto un’esperienza e preso quest’opportunità. Il mio obiettivo era tornare a Roma, ringrazio anche il diesse e il presidente per avermi riaccolto. Penso solo alla Roma e al riconquistare la Nazionale”.

Sulle principali differenze trovate con la Roma del passato: “Ho ritrovato una bella Roma. C’è molta aspettativa ma non ci deve caricare di troppa pressione, bensì di determinazione ed entusiasmo che è alto. Questo entusiasmo va alimentato e tenuto alto e questo si ottiene con le vittorie, determinazione e concentrazione”.

In chiusura un pensiero su Tammy Abraham: “Abraham si è integrato nel migliore dei modi, è un giocatore completo, ha tecnica e attacca bene la profondità. Può darci una grande mano”.