Calciomercato Roma | Ultim’ora: accordo e firma fino al 2026

Il General Manager giallorosso Tiago Pinto continua a lavorare per consolidare e rinforzare il gruppo a disposizione di José Mourinho. 

Cresce l’attesa per il ritorno in campo della Roma. Dopo la sosta per le partite delle Nazionali i giallorossi sono attesi domani sera dalla delicata trasferta di Torino contro la Juventus.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, la Juve accelera | Intoccabile per Mou

calciomercato roma rinnovo darboe
Tiago Pinto ©Asromalive

Intanto la dirigenza giallorossa continua a lavorare con l’obiettivo di garantire a José Mourinho una rosa sempre più competitiva. In questo senso il General Manager Tiago Pinto segue diverse possibili piste in vista del calciomercato invernale che si aprirà a gennaio. L’intenzione del dirigente portoghese è di regalare all’allenatore un paio di nuovi innesti per permettere rotazioni più ampie nel prosieguo della stagione. Pinto però guarda anche al futuro: un’operazione in chiusura lo dimostra.

LEGGI ANCHE: Roma, infortunio Spinazzola | Fissata la data del ritorno

Calciomercato Roma, Sky assicura | Accordo fino al 2026

Il primo obiettivo per il centrocampo della Roma rimane l’acquisto di Denis Zakaria. In attesa di capire se lo svizzero sbarcherà effettivamente nella Capitale, Pinto ha portato a termine un’altra trattativa.

ebrima darboe
Ebrima Darboe

Si tratta del rinnovo di contratto di Ebrima Darboe. Come vi avevamo raccontato nei giorni scorsi, la Roma non ha fretta di procedere con le trattative per i prolungamenti dei giocatori non in scadenza. Sistemata la questione relativa a Pellegrini, l’unico altro annuncio imminente atteso in casa giallorossa riguardava proprio il centrocampista gambiano, il cui nuovo contratto era pronto da tempo. L’annuncio ufficiale arriverà nei prossimi giorni, ma secondo Sky Sport il nuovo accordo scadrà nel 2026 (l’attuale contratto era in scadenza nel giugno 2023) e farà guadagnare al calciatore 400 mila euro a stagione più bonus. Un riconoscimento importante per il centrocampista che, nonostante la giovanissima età, ha scalato le gerarchie di José Mourinho imponendosi come prima alternativa ai titolari Cristante e Veretout.