Bodo Glimt-Roma, formazioni ufficiali | Rivoluzione Mou

Tutto pronto per il fischio d’inizio della gara fra Bodo-Glimt e Roma. Terza giornata di Conference League, ecco le formazioni ufficiali. Che rivoluzione per Mou.

Ritrovare immediatamente la vittoria, concedendo spazio a chi ha visto meno il campo finora. Domenica c’è un altro big match allo stadio Olimpico, contro il Napoli capolista, occasione per rilanciarsi immediatamente in campionato. Ora spazio alla Conference, con la terza giornata del gruppo C.

Josè Mourinho ©Getty Images

Una vera e propria rivoluzione, stavolta totale, sono uscite le formazioni ufficiali di Bodo Glimt-Roma. Nella terza giornata del girone C di Conference League il tecnico portoghese ha rotto gli indugi, solo due titolari in campo tra i giallorossi. La Roma è reduce dall’amara sconfitta sul campo della Juventus, e attesa dalla sfida al Napoli capolista.

Per forza di cose era previsto un ampio turnover, ed è la prima volta in stagione che si vede un tale cambiamento tra gli 11 titolari. I norvegesi del Bodo-Glimt sono la seconda forza del girone, inseguono la Roma a 4 punti, giallorossi a punteggio pieno. Vincere significherebbe mettere una serissima ipoteca sulla qualificazione. Senza sottovalutare l’opportunità della vetrina per chi ha visto meno il campo finora.

Leggi anche: Calciomercato Roma, via libera in Premier | Già trovato il sostituto

Bodo Glimt-Roma, le formazioni ufficiali della gara

BODO GLIMT (4-3-3): Haikin; Sampsted, Lode, Hoibraten, Bjorkan; Brustad, Berg, Konradsen; Solbakken, Botheim, Pellegrino.

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Reynolds, Ibanez, Kumbulla, Calafiori; Darboe, Diawara; Carles Perez, Villar, El Shaarawy (C); Borja Mayoral.

Sono ben nove i cambi operati da Mourinho, unici indenni tra i titolari il portiere Rui Patricio ed il difensore Roger Ibanez. Sorprendente la scelta di schierare Reynolds dal primo, il laterale statunitense fin qui aveva visto più tribune che panchine. In campo anche Gonzalo Villar, Carles Perez e Mayoral. La fascia di capitano viene affidata a Stephan El Shaarawy.