Roma, sconfitta umiliante contro il Bodo Glimt | La furia dei tifosi al 90′

Roma, pesante sconfitta rimediata in Conference League contro il Bodo Glimt: il gesto dei tifosi non è passato inosservato.

Doveva essere una partita nella quale testare quei calciatori che avevano faticato a vedere il campo con continuità in questo primo scorcio di stagione, ed invece quella contro il Bodo Glimt si è rivelata un Everest da scalare per la Roma, che è uscita con le ossa rotte dalla trasferta norvegese.

Roma
Tifosi ©GettyImages

Un 6-1 senza sè e senza ma, arrivato al termine di una gara nella quale i giallorossi non hanno mai dato la sensazione di poter far male all’avversario, neanche quando sono riusciti ad accorciare le distanze con Carlos Perez, abile a sfruttare uno dei pochi guizzi di un centrocampo che questa sera ha faticato in maniera spasmodica sia in fase di impostazione, che in quella di contenimento. Per non parlare degli errori di lettura in fase difensiva, con Kumbulla e Calafiori apparsi poco a loro agio, e mai tranquilli: un festival degli orrori, del quale i 400 tifosi giallorossi sono stati tristemente spettatori.

Leggi anche –> Bodo Glimt-Roma, furia Mou: tripla bordata in diretta

Roma, il gesto dei tifosi al fischio finale della gara contro il Bodo Glimt

Stadio Olimpico ©Getty Images

Alcuni tifosi giallorossi, che in questo inizio di stagione non hanno mai fatto mancare il proprio apporto e che avevano seguito la squadra anche in Norvegia, al fischio finale hanno parlato, sempre a distanza e mai faccia a faccia, con alcuni calciatori, che hanno rivolto loro alcune parole. Chiaramente la torcida capitolina ha espresso tutto il proprio malcontento, in quella che è stata percepita come una vera e propria umiliazione: la banda di Mou è chiamata ad un pronto riscatto a stretto giro di posta, anche perché tra pochi giorni i giallorossi sfideranno i partenopei. L’invito a tirar fuori gli attributi in vista della gara contro la capolista non è mancato.