Calciomercato Roma, bocciature costose | Pinto nei guai

Calciomercato Roma, bocciature costose. I prezzi dei cartellini potrebbero essere rivalutati. In questo senso pesano le parole di Mourinho

Hanno fallito: totalmente. E una delle pochissime possibilità che hanno avuto fino al momento se la sono giocata malissimo. E difficilmente rivedranno il campo da qui a gennaio quando dovrebbero partire per fare spazio a chi, per ovvi motivi, deve arrivare a Trigoria per rinforzare la rosa di Mou.

Calciomercato Roma
Mayoral ©GettyImages

Villar, Diawara, Reynolds, Mayoral e probabilmente anche Calafiori – spiega il Corriere dello Sport – potrebbero lasciare la maglia giallorossa già a gennaio. Sempre se venissero trovati gli acquirenti per questi calciatori. Che Mou ha buttato nella mischia – fallendo – e che adesso sono un problema per Tiago Pinto. Sì, perché le parole dello Special, alla fine della gara contro il Bodo/Glimt, potrebbero anche pesare. Il tecnico portoghese li ha definiti inadatti. Potrebbe essere un enorme problema.

LEGGI ANCHE: Roma-Napoli, Mourinho in ansia | La decisione su Zaniolo

Calciomercato Roma, quanto costano le bocciature

Calciomercato Roma
Reynolds ©GettyImages

Secondo il quotidiano romano oggi in edicola, le parole del tecnico potrebbero essere come un boomerang a livello commerciale. Il rischio della svalutazioni dei cartellini è alto ed è sicuramente da tenere in considerazione. Solamente Mayoral, che è in prestito dal Real Madrid, non è di proprietà della Roma. Tutti gli altri, oltre ad essere un patrimonio, pesano anche sotto l’aspetto del bilancio. Perché si va dai 2,5 milioni di euro che prende Diawara, ai 500mila che vengono dati a Calafiori. E mettendoli tutti insieme non sono di certo pochi.

E’ chiaro che molti – se non tutti – lasceranno Trigoria per cercare nuovi stimoli. E anche per giocare di più. Ma bisogna capire chi si presenterà alla porta di Tiago Pinto per chiedere informazioni. Dopo la prestazione di Conference League sarà difficile anche piazzarli. E senza vendere non sarà nemmeno possibile fare acquisti.