Dazn ha deciso, succederà da metà dicembre | Tifosi furiosi

L’ultima decisione di DAZN ha scatenato l’ira di tifosi ed abbonati, scatenati in rete. Ecco cosa sta succedendo.

La stagione 2021/22 si è aperta con la grande novità dell’acquisto dei diritti TV da parte di DAZN. L’emittente ha acquisito i diritti per tutte le 380 partite del Campionato di Serie A, godendo per altro dell’esclusiva assoluta per 7 match su 10 in ogni giornata. Una novità che però ha portato con sé non pochi problemi: sin dalle prime giornate di Campionato, infatti, disservizi e problemi nella visione delle partite sono stati all’ordine del giorno.

dazn abbonamento
Diletta Leotta ©LaPresse

Problemi che in hanno addirittura costretto l’emittente a garantire un rimborso per le decine di migliaia di utenti che avevano riscontrato problemi. Ma le polemiche legate alla nuova modalità di visione delle partite sembrano destinate a non esaurirsi. E’ di questa mattina, infatti, una notizia che ha scatenato l’ira dei tifosi e degli abbonati sul web.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, anche un big in partenza | Addio a gennaio

DAZN, la decisione che fa infuriare i tifosi | Ecco cosa sta succedendo

Secondo le notizie cominciate a circolare questa mattina e diffuse dall’agenzia AGI, DAZN avrebbe deciso di bloccare l’opportunità di usufruire dello streaming da due dispositivi in contemporanea. Una novità che dovrebbe entrare in vigore dalla metà di dicembre e che penalizza fortemente chi, nei mesi scorsi, ha sottoscritto un abbonamento a condizioni diverse. L’ira degli abbonati è montata rapidamente sul web, con l’hashtag #daznout che è rapidamente finito in tendenza.

 

Tanti i tweet che evidenziano il malcontento per una decisione che non ha ancora trovato conferma ufficiale da parte dell’emittente. L’agenzia AdnKronos fa sapere che al momento DAZN non ha commentato le notizie circolate in mattinata. Intanto, in molti si dicono decisi ad approfittare della possibilità di recedere in anticipo dall’abbonamento, alla luce di questa spiacevole novità.

 

 

In attesa di conferme ufficiali, l’orientamento dell’emittente sarebbe quello di consentire la visione dello streaming a due dispositivi in contemporanea a condizione che questi siano collegati alla medesima rete fissa. Una beffa per chi ha deciso di attivare un abbonamento e si troverà, da metà dicembre, con un servizio dimezzato.