Calciomercato Roma, affare in Premier | C’è l’ultimatum

Il General Manager della Roma Tiago Pinto continua a lavorare su diversi dossier di calciomercato. Attenzione a un possibile colpo in Premier League. 

La pausa per le partite di qualificazione ai mondiali può essere utile alla Roma per fare il punto della situazione e ricaricare le batterie. Dopo un inizio di stagione impeccabile, qualcosa nella macchina condotta da José Mourinho ha cominciato a scricchiolare. Qualche prestazione opaca ha portato con sé le critiche di chi, evidentemente, era appostato ad attendere il primo passo falso giallorosso.

calciomercato roma dalot
José Mourinho ©LaPresse

L’ambiente per ora rimane compatto attorno a Mourinho: lo testimonia uno striscione apparso ieri a Trigoria con il quale la tifoseria giallorossa invitava tutti a fare quadrato attorno al tecnico. Anche perché è proprio intorno alla figura dello Special One che i Friedkin hanno deciso di costruire un progetto di crescita nel tempo che dovrà portare la Roma ad essere competitiva ai più alti livelli.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, baby talento dalla Russia | Concorrenza spietata

Calciomercato Roma, resta aperta la pista inglese | Lo United frena

Per attuare questo progetto, però, occorrerà tanto lavoro. Lo ha ripetuto recentemente lo stesso Mourinho: oltre all’impegno in campo sarà necessario uno sforzo economico della proprietà e serviranno tutte le capacità di Tiago Pinto nelle prossime sessioni di calciomercato. E’ lì che la Roma dovrà trovare quei calciatori capaci di innalzare il livello complessivo della rosa per migliorare ulteriormente. Per gennaio, le priorità riguardano difesa e centrocampo. Nel reparto arretrato è assolutamente necessario l’acquisto di un vice-Karsdorp. L’olandese è intoccabile ma non si può pretendere che giochi tutte le partite di una stagione lunga e ricca di impegni. Per questo Pinto monitora da tempo diverse opzioni.

calciomercato roma dalot
Diogo Dalot ©LaPresse

Tra queste c’è Diogo Dalot: rimasto bloccato al Manchester United – dove ha messo insieme appena 6 presenze da inizio stagione – il portoghese farebbe al caso della Roma. Conosce la Serie A e può agire anche sulla fascia sinistra. Lo stipendio, come spiega oggi Il Tempo, non è inarrivabile per la Roma, che dovrebbe sborsare un paio di milioni per averlo fino a fine stagione. Tutto dipenderà, però, dallo United. Che potrebbe anche decidere di far partire l’esterno in prestito, ma lega la sua partenza all’arrivo di Trippier dall’Atletico Madrid, proprio come successo in estate. I contatti tra le parti proseguono: la Roma spera di poter avere risposte incoraggianti nel giro di un mese.