Roma, le ultime dalla Trigoria svuotata | Chi ha lavorato oggi con Mou

Roma, le ultime dalla Trigoria svuotata per via degli impegni con le Nazionali. Ecco chi ha lavorato con Mourinho

Una Trigoria quasi deserta, svuotata, per via degli impegni con le Nazionali che hanno praticamente lasciato pochi elementi a disposizione dello Special One. Che giustamente, dopo l’allenamento di questa mattina al centro tecnico Fulvio Bernardini, ha dato due giorni di pausa: la ripresa è fissata per lunedì mattina, quando la Roma inizierà a preparare l’impegno contro il Genoa in Serie A.

Pellegrini
Lorenzo Pellegrini ©LaPresse

Uno degli appuntamenti più importanti della stagione: la squadra della nuova proprietà americana ha infatti cambiato tecnico, affidandosi all’ucraino Shevchenko: sicuramente, l’ex attaccante del Milan, vuole iniziare con il piede giusto dopo l’esperienza come ct della Nazionale del proprio Paese. Ma la Roma, quella gara, non la può proprio sbagliare. Ne va sicuramente del resto della stagione.

LEGGI ANCHE: Giornalismo in lutto, si è spento Giampiero Galeazzi 

Roma, ecco chi ha lavorato a Trigoria

Leonardo Spinazzola ©LaPresse

C’erano “tutti” questa mattina al centro sportivo giallorosso. Spinazzola, Vina, Zaniolo, Smalling e Calafiori, cioè coloro che per motivi fisici non hanno potuto rispondere alle convocazioni della Nazionale – tranne l’inglese, ormai da tempo fuori dal giro – erano a Trigoria. Hanno fatto tutti un lavoro personalizzato. E lo Special One, spera ovviamente, di averli a disposizione alla ripresa. Questo concetto, però, non tocca ovviamente né Spinazzola né Smalling, per loro i tempi di recupero sono ancora un p0′ più lunghi anche se, la sensazione, è che entro novembre potrebbero anche conquistare una convocazione.

Che per l’esterno sarebbe la prima della stagione: e quanto si è fatta sentire l’assenza di Spinazzola in questo periodo, sia in fase difensiva che in quella offensiva. Potrebbe essere davvero lui il colpaccio per Mou nei prossimi mesi. La fine dell’incubo sembra davvero vicina. E tutti lo aspettano davvero a braccia aperte.