Roma, parla l’agente di Spinazzola | Annuncio sul rientro

Roma, arrivano interessanti aggiornamenti relativi alla situazione di Leonardo Spinazzola. Riportiamo, di seguito, le parole del suo agente, Davide Lippi.

Sono ormai passati quattro mesi dall’uscita in barella dell’ex Juve e Atalanta in Italia-Belgio. Leo, fino a quel momento, era stato forse il miglior giocatore della Nazionale e della competizione.

Roma
Leonardo Spinazzola ©LaPresse

Da quel momento tante cose sono cambiate in casa Roma e chissà cosa sarebbe potuto succedere se Leo non si fosse fermato a circa 10 minuti dal fischio finale. Già, perché il suo lungo forfait ha orientato, come sappiamo tutti, di non poco le mosse di Pinto. Quest’ultimo era da settimane sulle tracce di Granit Xhaka e, in generale, di un centrocampista che accontentasse le richieste e la visione di Mourinho.

La rottura del tendine di Achille ha invece reso prioritaria la situazione legata alla corsia mancina, come denunciato dallo stesso mister in occasione della sua prima conferenza stampa. Ribadendo la sua fiducia a Calafiori, l’ex Tottenham sottolineò sornione come fosse necessario l’intervento del gm per trovare una valida alternativa al numero 37.

La scelta è ricaduta poi su Matias Vina, il cui approdo, unitamente al voltafaccia di Dzeko, ha cambiato totalmente l’iter preliminarmente designato dal binomio portoghese. A gennaio, quindi, si cercherà di intervenire laddove non sia stato possibile nella parentesi estiva. Ciò che però maggiormente interessa la piazza è il recupero di Leonardo, data anche la non felice situazione della squadra da un punto di vista fisico.

Leggi anche: Calciomercato Roma, super colpo in A | Concorrenza bruciata e 35 milioni

Roma, Davide Lippi su Spinazzola: ecco quando rientra

Roma
Davide Lippi ©LaPresse

Da riportare, da questo punto di vista, le dichiarazioni di Davide Lippi, agente di “Spina” che ha così commentato la situazione del suo assistito ai microfoni di Calciomercato.it. “Per me è il più forte al mondo nel suo ruolo. Mi ha inebriato vedere l’entusiasmo con il quale ha lavorato per recuperare, otto ore al giorno senza sosta.  Ha grandissimo entusiasmo, energia e  voglia di tornare. Dipendesse da lui giocherebbe domani ma bisogna essere cauti. Potrebbe rientrare tra dicembre e gennaio“.