Roma, tutti pazzi per il pilastro di Mourinho | Duello tra big

La Roma a Genova ha ritrovato sorriso e vittoria. In attesa di tornare in campo in Conference si accendono i riflettori su un pilastro di Mou. E’ duello tra big.

Mourinho ha ritrovato i tre punti dopo la sosta. Alla vigilia del turno in Conference si concentrano le attenzioni mondiali su un pilastro dell’11 titolare della Roma. Finora la sua stagione migliore, sta trovando continuità fornendo prestazioni positive. Prestazioni che non sono passate inosservate a più di un allenatore.

Roma pilastro Mou
Josè Mourinho ©Lapresse

C’è fermento in casa Roma, dopo che i giallorossi hanno ritrovato la vittoria in campionato. Tra i protagonisti un difensore brasiliano che adesso è conteso da due Nazionali. Il suo rendimento quest’anno ha visto aumentare l’asticella di quantità e qualità rispetto quanto fatto vedere prima. E’ di sicuro uno dei calciatori che ha giovato della cura Mourinho, stessa cosa successa anche al capitano, Lorenzo Pellegrini. Tra i tanti intoccabili dello Special One, c’è un pilastro difensivo, oggi conteso da due nazionali che hanno fatto la storia del calcio.

Leggi anche: Roma-Zorya, una maglia speciale per la partita di Conference League

Roma, tutti pazzi per il pilastro di Mourinho

Si prevede una vera e propria contesa tra big per aggiudicarsi Roger Ibanez. Il difensore brasiliano si è rivelato un vero e proprio pilastro per Mou. Basti pensare che è suo il minutaggio più alto dopo quello del portiere Rui Patricio. La contesa per assicurarsi le sue prestazioni in Nazionale si sta accendendo.

Roma pilastro Mourinho
Roger Ibanez ©Lapresse

Roberto Mancini sta pensando nuovamente a chiamarlo per vestire la maglia dell’Italia. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport. Da considerare che il calciatore rifiutò invece la chiamata della Nazionale brasiliana per le Olimpiadi di Tokyo. In quel caso prevalse la voglia di Roma e di Mou. Il tecnico portoghese è stato artefice fin qui di una crescita qualitativa del calciatore, effetto Special per Ibanez. Non è un caso che ora potrebbero contenderselo due nazionali come Italia e Brasile.