Terremoto plusvalenze | 6 club coinvolti: ecco i nomi

Terremoto plusvalenze, rischia mezza Serie A: sarebbero tante le operazione nel mirino della procura. Le società coinvolte

Non solo la Juventus. Ma secondo quanto scrive Repubblica questa mattina, sono diverse le squadre che nel terremoto delle plusvalenze della scorsa settimana potrebbe finire nel mirino della procura. Le operazioni sotto la lente d’ingrandimento sono tante. E l’esempio è il fatto è che nel 2015 questo tipo di affari rappresentavano il 17% della produzione per un valore di 381 milioni di euro, e adesso sono arrivate a 739 milioni.

Terremoto Plusvalenze
Agnelli e Arrivabene ©LaPresse

Insomma, oltre le 42 operazione della società di Agnelli, ci sono anche alcune del Napoli: che ha pagato 20 dei 71 milioni di euro per che hanno portato Osimhen in Campania, dando al Lille Karnezis e giovani che adesso sono ai margini del calcio professionistico.  Ma anche il Genoa, che con la Juve ha fatto diversi scambi, potrebbe pagare a caro prezzo alcune operazioni. Sì, perché rispetto ai 123 milioni di euro che sono circolati per il mercato, quelli “reali” che sono andati a rimpolpare il bilancio sono solamente 25.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, confermata anticipazione ASRL | Offerta dal Bayern

Terremoto plusvalenze, le altre operazioni

Roma
Osimhen @Getty
Nel mirino c’è finita anche la Samp, come nel caso di Audero preso 20 milioni di euro, aprendo un flusso di operazioni di supervalutazione di ragazzi che militano tendenzialmente in club di Serie C. Ma i giocatori che vanno e vengono non sono una novità. E’ il caso dell’Inter, che dal 2018 ha concluso sei operazioni con il Genoa per 78 milioni di euro. Ma, nei fatti, si sono mossi solo 5 milioni. I nomi in questione poi sono sempre gli stessi: Radu e Pinamonti. Attenzionata anche l’Atalanta, con l’operazione Romero con la Juventus. Poi lo stesso difensore è stato ceduto al Tottenha,
Insomma, alla fine, a quanto pare, la società bianconera si trova in buona compagnia. Una situazione che potrebbe anche stravolgere la classifica della Serie A, tra penalizzazioni e altre indagini. E il calcio italiano può tornare a tremare.