Incubo Covid, nessun dietrofront della Lega Serie A | Annuncio ufficiale

Da pochi istanti è stato diramato un comunicato ufficiale da parte della Lega Serie A, che fa chiarezza in merito alle future strategie da perseguire.

Prima giornata del girone di ritorno assolutamente tormentato quella che (non) si è concluso, che ha visto il rinvio di molte gare in programma a seguito dell’intervento delle Asl locali, per ridurre il quale la Lega ha provveduto a varare un nuovo protocollo che entrerà in vigore a partire dai prossimi impegni ufficiali.

Lega Covid Paolo Dal Pino
Paolo Dal Pino ©LaPresse

La situazione chiaramente è in rapida evoluzione, e a farla da padrone è l’aumento esponenziale del numero dei contagi a seguito dell’incombere della variante Omicron, motivo per il quale erano serpeggiate delle voci inerenti la possibilità che si ritornasse a disputare le partite a porte chiuse. La Lega, però, con una nota ufficiale, ha provveduto a fugare ogni tipo di dubbio, mostrandosi “fiduciosa” per lo svolgimento delle proprie competizioni.

Leggi anche –> Calciomercato Roma, intrigo Sergio Oliveira | Decisione definitiva del Porto

Ecco il comunicato: “La Lega Serie A, al termine dell’Assemblea odierna, ribadisce con fermezza la fiducia di poter proseguire lo svolgimento delle proprie competizioni (Serie A TIM, Coppa Italia Frecciarossa, Supercoppa Frecciarossa) come da programma, grazie all’applicazione del regolamento organizzativo approvato ieri dal Consiglio di Lega.”

Caos Covid, l’annuncio della Lega | La presa di posizione sulle ASL

Dal Pino ©LaPresse

Ma non è finita qui, in quanto è stata affrontata anche la “questione” legata all’ingerenza delle ASL nel poter fermare o meno i calciatori, e dunque, inficiare sull’inizio delle partite: ” Come da nota diffusa ieri, la Lega Serie A auspica inoltre che nella riunione governativa di mercoledì prossimo si possano individuare in modo chiaro degli strumenti di coordinamento delle ASL territoriali per assicurare una gestione uniforme delle situazioni da covid-19 nelle squadre.

Le Società si ritroveranno settimana prossima per approfondire la situazione dei diritti audiovisivi nell’area Medio Oriente e Nord Africa, punto previsto dall’ordine del giorno della riunione.”