Calciomercato Roma, altra bocciatura | Pinto nei guai

Calciomercato Roma, difficilmente l’affare andrà in porto alla fine della stagione. L’esubero sempre più vicino al ritorno a Trigoria

Grana Pinto. Sì, perché potrebbe finire presto l’avventura all’estero del centrocampista che dopo il 30 giugno potrebbe tornare alla Roma. Con il general manager portoghese che dovrebbe mettersi in moto per trovargli una sistemazione visto che nei piani di José Mourinho non ci è entrato e non ci entrerà nemmeno in futuro.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto ©LaPresse

La situazione attorno a Gonzalo Villar è assai delicata: lo spagnolo, passato al Getafe insieme a Mayoral nel mercato di gennaio, non sta trovando spazio. Sono pochissimi i minuti giocati in campionato, una situazione che ovviamente mette a rischio la possibilità del club iberico di prenderlo in maniera definitiva alla fine del campionato. Se per l’attaccante per le cose stanno andando per il verso giusto, stessa cosa non si può dire per Gonzalo, ai margini anche del progetto Getafe.

Calciomercato Roma, Villar potrebbe tornare

Calciomercato Roma
Gonzalo Villar ©LaPresse

Villar ha un contratto fino al 2024 con la Roma che però, per via ovviamente di una decisione della società giallorossa, difficilmente rispetterà. Era sul mercato l’estate scorsa, tornerà sul mercato la prossima estate: forzaroma.info spiega infatti che le possibilità di una continuazione al Getafe sono praticamente ridotte al minimo. Un problema per Pinto, come detto, che sarà costretto a sentire le offerte – se mai ne arrivassero – per un elemento che sembra aver staccato la spina dopo che con Fonseca l’anno scorso era partito alla grande per poi comunque iniziare il lento declino.

La valutazione di Villar, portato da Petrachi nella Capitale, si dovrebbe aggirare intorno agli 8 milioni di euro. Per lui in passato si era parlato anche di un possibile interesse del Valencia che poi non ha portato i suoi frutti. E nemmeno l’esperienza al Getafe sembra essere al momento quella giusta per un addio definitivo. Il problema, insomma, rimane.