Vitesse-Roma, Karsdorp in conferenza | “Ecco perché Mou è speciale”

Il terzino destro ha parlato dopo José Mourinho nell’incontro con i giornalisti alla vigilia di Vitesse-Roma valida per al Conference League

Domani alle 18.45 la Roma scende in campo contro il Vitesse agli ottavi di Conference League. L’allenatore degli olandesi ha parlato alla vigilia della sfida tessendo le lodi sia dei giallorossi che di Mourinho. Il tecnico dei gialloneri si è detto emozionato nello sfidare un club come la Roma. L’obiettivo, però, non è solo quello di divertirsi, ma anche mettere i bastoni tra le ruote ai giallorossi. Affrontare lo Special One è, poi, un motivo d’orgoglio per Letsch che ha sottolineato come il palmarès del portoghese sia impressionante.

vitesse-roma conferenza stampa parole karsdorp
Rick Karsdorp, terzino destro della Roma ©LaPresse

In mattinata la Roma è scesa in campo a Trigoria per la rifinitura in vista della sfida. Per l’occasione, la società ha deciso di aprire le porte ai giornalisti per far assistere alla seduta. Esercizi di mobilità e riscaldamento per cominciare, con i giallorossi che hanno continuato puntando sulla reattività. Mourinho arriva a Vitesse-Roma recuperando tutti i giocatori, anche Nicola Zalewski, che sembrava in dubbio a causa di un infortunio rimediato contro l’Atalanta. Proprio lo Special One ha parlato nella conferenza stampa alla vigilia della partita e insieme a lui c’è stato Rick Karsdorp, che ha accompagnato il tecnico.

Vitesse-Roma, Karsdorp: “Mourinho ci chiede sempre il massimo”

vitesse-roma conferenza stampa parole karsdorp
Rick Karsdorp ©LaPresse

Il terzino olandese, tornato a parlare in occasione della sfida, ha incontrato i giornalisti dopo Mourinho. L’allenatore, infatti, ha incontrato i presenti per primo e poi ha lasciato spazio al numero 2 giallorosso. I temi toccati dall’ex Feyenoord sono stati diversi, dal suo rapporto con Mourinho fino alle condizioni del campo. Ecco le parole di Karsdorp:

Sul Vitesse
Giocando ogni tre giorni non è facile, ma tengo sempre d’occhio il calcio olandese. Il Vitesse ha mostrato il suo valore contro Tottenham e Rennes“.

Com’è lavorare con Mourinho?
Va molto bene, sto giocando molto e spesso da titolare, il mister ci chiede il massimo. Lo si percepisce dal momento che si entra a Trigoria. Tre partire fa eravamo sotto di due gol e poi siamo riusciti a pareggiare. Abbiamo anche rischiato di vincere. Poi abbiamo vinto anche le due gare successive senza prendere gol. A Roma tutto procede bene, sono anche diventato padre di un secondo figlio“.

Sulla Conference League
È una competizione nuova che cerchiamo sicuramente di vincere. Siamo usciti dalla Coppa Italia. Inseguiamo i nostri obiettivi che sono: stare il più in alto possibile in campionato e andare lontano in questa competizione“.

Sul terreno di gioco
Ho dato una rapida occhiata, ma già si vedevano le condizioni pessime“.

Giochi titolare domani? Senti che stai salendo di livello?
Non so ancora se domani partirò dall’inizio. Comunque secondo me è normale avere alti e bassi, è capitato anche a me in questa stagione, ma probabilmente non ero abituato a giocare con questa continuità. I bilanci si fanno alla fine, ora dobbiamo fare bene e concentrarci sugli obiettivi che sono il campionato e la Conference League“.

Qualche dettaglio su Mourinho
È speciale non solo per quello che fa in campo, ma anche fuori. È molto esigente, ti fa rendere sempre al massimo e per tanti versi è un allenatore diverso dagli altri. A volte addirittura corre sulla linea laterale insieme a me“.