Calciomercato Roma, sei cessioni per il doppio regalo a Mourinho

La prossima sessione di calciomercato si preannuncia ricca di operazioni per la Roma, già al lavoro su diverse operazioni.

Il cantiere che dovrà costruire la Roma del futuro è già aperto. Per la verità, i lavori sono iniziati l’estate scorsa, con l’arrivo di José Mourinho sulla panchina giallorossa. Il tecnico portoghese, insieme alla proprietà di Dan e Ryan Friedkin, ha stabilito in tre anni la durata dei lavori. Un periodo al termine del quale la squadra dovrà essere pronta a competere a livelli altissimi. E se poi la consegna finale riuscisse ad avvenire un po’ in anticipo sui tempi…tanto meglio.

calciomercato roma
Tiago Pinto ©LaPresse

E così, grazie al lavoro del General Manager Tiago Pinto, ecco le grandi manovre iniziate qualche mese fa. Prima di tutto, selezionare innesti funzionali e di qualità. Parallelamente occorreva – e occorrerà – riuscire a piazzare tutti quei giocatori che non rientrano nell’idea di gioco di Mou. Il tutto, per quanto possibile, cercando di limare il monte ingaggi e percorrendo la strada della sostenibilità. L’unica capace di garantire al club un futuro solido e stabilmente ad alti livelli.

Calciomercato Roma, scatta il 6 x 2 | Il piano di Pinto

Il lavoro che si cercherà di svolgere durante la prossima sessione di calciomercato seguirà ancora queste linee guida. Certo, è passato un anno e l’asticella sarà inevitabilmente più alta. Lo stesso Mourinho ha in mente che tipo di giocatori si aspetta di accogliere a Trigoria. Ma il criterio rimane analogo: per questo saranno in tanti a salutare. E al di là dei big su cui si faranno valutazioni nelle settimane a venire, ci sono almeno sei elementi che, ceduti in prestito tra giugno e gennaio scorsi, si cercherà di salutare in maniera definitiva.

calciomercato roma
Fabiano Parisi ©LaPresse

Ne parla questa mattina La Gazzetta dello Sport, che inserisce nell’elenco Florenzi, Villar, Olsen, Bianda, Coric e Reynolds. Per tutti il destino sembra essere lontano da Trigoria. Dal punto di vista dei riscatti, quello con maggiori probabilità ad oggi è decisamente Florenzi, elogiato pubblicamente da Pioli che crede in lui e vuole trattenerlo. Il riscatto da parte del Milan porterebbe 4,5 milioni nelle casse giallorosse. Dalle altre operazioni, la Roma spera di ottenere una quindicina di milioni. Insomma, se tutto andasse bene arriverebbero circa 20 milioni di euro utili in vista della campagna acquisti. Con due obiettivi su tutti: il regista portoghese Xeka, in uscita a parametro zero dal Lille, e Parisi dell’Empoli. Il terzino sinistro piace e secondo il quotidiano romano è uno dei possibili obiettivi, nonostante le smentite di ieri dell’agente Giuffredi.