Calciomercato Roma, cessione obbligata e ritorno in patria

Calciomercato Roma, nuovo scenario da riportare in vista della sessione estiva di trattative. La cessione ormai è scontata, ecco il ritorno in patria.

La Roma è attesa dalla semifinale di Conference League, questo giovedì in casa del Leicester. In attesa di giocare la gara d’andata in terra inglese si anticipa un nuovo scenario in vista della sessione estiva di calciomercato. La cessione ormai è obbligatoria e il ritorno in patria sta prendendo piede. Tiago Pinto monitora da vicino la situazione, sarà fondamentale monetizzare il più possibile in vista della campagna acquisti estiva.

calciomercato Roma
Tiago Pinto ©LaPresse

Giallorossi reduci dall’amara sconfitta rimediata in casa dell’Inter, stavolta la squadra di Simone Inzaghi si è imposta per 3-1. Risultato negativo che estromette quasi matematicamente i giallorossi dalla lotta al piazzamento Champions. Ora la squadra di Josè Mourinho può riscattarsi in Europa, giovedì sera l’andata delle semifinali della Conference League in casa del Leicester. Il primo atto della sfida si giocherà in Inghilterra, mentre proprio dalla Premier League arrivano nuovi scenari in vista della sessione estiva di calciomercato. Nella squadra giallorossa è previsto un nuovo restyling in sede campagna acquisti e la rivoluzione di Tiago Pinto è già iniziata ufficialmente.

Calciomercato Roma, cessione obbligata e ritorno in patria

calciomercato Roma
Daniel Fuzato ©LaPresse

Il general manager della Roma ha già messo nero su bianco il primo colpo a parametro zero. Il portoghese ha soffiato alla sua ex squadra, il Benfica, il giovane portiere Mile Svilar. L’estremo difensore classe 1999 giungerà a Trigoria per crescere sotto la guida di Rui Patricio, l’effetto domino scontato vede l’addio all’attuale numero 12 in casa Roma, Daniel Fuzato. Il portiere brasiliano non ha trovato spazio per giocare fin qui, al contrario di quanto visto sul finire della scorsa stagione con Paulo Fonseca. Con l’arrivo di Svilar il suo addio è più che certo, una condizione obbligatoria anche per far quadrare i conti da parte di Tiago Pinto. E l’interesse si fa vivo in patria, secondo quanto riportato dal sito brasiliano BolaVip il Botafogo sta seriamente pensando di riportarlo in Sud America.