Caos e ripetizione Spezia-Lazio, stangata UFFICIALE dell’AIA

Sotto la lente d’ingrandimento l’errore in Spezia-Lazio sul gol di Acerbi che era in fuorigioco, ma comunque è stato convalidato dalla terna

In questi giorni sta facendo discutere tra tutti gli appassionati di Serie A il caso di Spezia-Lazio. Nella gara tra liguri e biancocelesti,  finita 3-4, uno dei gol degli uomini di Sarri ha creato molte polemiche. Si tratta della rete di Acerbi. Il difensore, infatti, nella gara contro i bianconeri, ha segnato al 90′ permettendo alla sua squadra di vincere. L’episodio, però, non è passato inosservato, né al Var, né ai tifosi, che hanno protestato a lungo per la convalidazione della rete.

spezia-lazio
L’arbitro Peiretto ©LaPresse

La rete dell’ex difensore di Milan, Chievo e Sassuolo era da annullare perché in fuorigioco. La regola, infatti, spiega come questo sia da applicare sul penultimo uomo difendente e non solo sull’ultimo difensore. Se il protiere si scambia con un uomo del reparto arretrato, allora questo non terrà in gioco gli avversari. La stessa cosa è successa in Spezia-Lazio, ma la rete è stata convalidata. Pairetto e Nasca, dopo la partita, sono stati inondati dalle critiche e dalle polemiche visto l’errore grossolano. In questi giorni, poi, il Codacons sta pensando di far ripetere la gara viziata da un errore arbitrale.

Spezia-Lazio , Pairetto e Nasca sospesi fino a fine stagione

spezia-Lazio
L’arbitro Nasca ©LaPresse

Un’ipotesi del genere non è ammissibile, tanto meno nell’Associazione Italiana Arbitri, che da sempre è al centro delle polemiche. Come riporta l’Ansa, questa ha preso una decisione molto forte sui due arbitri di Spezia-Lazio. Secondo l’agenzia di stampa italiana, infatti, Pairetto e Nasca sarebbero stati sospesi fino alla fine della stagione. Non è molto, perché all’ultima giornata mancano 3 gare, ma una sanzione abbastanza importante per due arbitri di Serie A. La decisione arriva per quello che è considerato un errore concatenato: l’arbitro non ha aspettato la verifica al video dell’allineamento del difensore laziale. L’uomo Var, Nasca, non lo ha fermato e tutto si è svolto molto rapidamente tra il gol del 4-3 del laziale, l’esultanza dei compagni e la ripresa del gioco.