Calciomercato Roma, futuro già deciso: epurazione totale

Mourinho ha deciso di fare spazio nella Roma cedendo un po’ di giocatori nella prossima finestra di calciomercato che arriva tra pochi mesi

Tra poche settimane finisce la stagione di Serie A con la Roma che sta lottando per mantenere il quinto posto, che vale l’accesso all’Europa League. Dopo il settimo posto dello scorso anno, i giallorossi hanno deciso di alzare l’asticella anche per premiare tutti i tifosi. Quest’anno, infatti, la Roma ha realizzato una sfilza di sold out, sia in casa che in trasferta, con le gare dell’Olimpico che sono arrivate anche a 63.000 tifosi presenti. I Friedkin vogliono premiare questo entusiasmo preparando già la prossima stagione.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto e José Mourinho ©LaPresse

Ovviamente, tutti i piani saranno fatti insieme a José Mourinho, che nella sua seconda annata sulla panchina della Roma vorrà fare ancora meglio di quest’anno. Nonostante i risultati già raggiunti, il portoghese è un vincente, come racconta la sua storia, e la sua abitudine è sempre quella di puntare più in alto. Per farro, però, avrà bisogno di una squadra migliore e per questo sta preparando le trattative insieme a Tiago Pinto. Il general manager della Roma sa già quali saranno le mosse da compiere nel prossimo calciomercato, sia in entrata che in uscita.

Calciomercato Roma, Mourinho ha deciso: Veretout, Diawara e Darboe in vendita

Calciomercato Roma
Jordan Veretout, centrocampista della Roma ©LaPresse

Proprio le cessioni sono uno dei punti più importanti dei giallorossi. Già a gennaio era stata data la possibilità a diversi giocatori di andare all’estero per fare minutaggio e liberare posti in squadra. La stessa cosa sarà fatta anche tra qualche mese quando nella rosa verà fatta una vera e propria epurazione. Il reparto che verrà cambiato di più è il centrocampo dove, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, ci saranno almeno tre cessioni. Mourinho, infatti, vorrebbe disfarsi di Veretout, Diawara e Darboe che ad oggi sono tre riserve. Il francese, poi, negli ultimi mesi è scivolato fuori dalle gerarchie del portoghese e per questo potrebbe lasciare la squadra. Gli altri due, invece, hanno giocato solo una manciata di minuti in campionato e non hanno mai fatto parte dei progetti di José.