Uefa, la rivoluzione è ufficiale: come cambiano le coppe

La Uefa ha deciso di apportare dei cambiamenti ai tre trofei europi per club, compresa la Conference League, obiettivo della Roma

Il 25 maggio la Roma scende in campo per la finale di Conference League contro il Feyenoord. Allo stadio Kombetare di Tirana, i giallorossi scenderanno in campo per cercare di vincere il trofeo che rappresenta uno degli obiettivi di Mourinho. Lo Special One vuole allungare la sua striscia vincente di trofei ovunque è andato. In ogni squadra che ha allenato, infatti, il portoghese ha aggiunto in bacheca un trofeo. L’unica eccezione è stata la parentesi al Tottenham, dove non è riuscito a vincere nulla a causa della società. Se il presidente degli Spurs non si fosse fatto prendere la mano, infatti avrebbe potuto vincere la coppa di lega. José era riuscito a portare il club di Londra Nord all’ultimoa tto della competizione, salvo poi essere esonerato poco tempo prima.

uefa
Aleksander Ceferin ©LaPresse

Tutti gli occhi di Trigoria, quindi sono puntati sulla Conference League che nei prossimi anni cambierà volto. ad annunciarlo è stata la Uefa stessa, che ha preso dei provvedimenti per tutte e tre le coppe. Queste rappresentano le massime competizioni per club nel Vecchio Continente e dovrebbero essere migliorate per garantire più spettacolo. Trasformazioni, quindi anche per la Champions League e per l’Europa League. La prima è da sempre il fiore all’occhiello dell’organo calcistico che ha mostrato un livello altissimo in questa stagione grazie alle semifinali spettacolari. La seconda, invece, è la sorella minore, che spesso risulta divertente, anche se ostica per le italiane.

Uefa, decisione ufficiale cambiano tutte e tre le coppe

uefa
Logo della Conference Europa League ©LaPresse

Oggi a Vienna, i componenti della Uefa hanno deciso di cambiare il format di tutte e tre le coppe, soprattutto della Champions League. questa passerà da 32 a 36 squadre. I quattro posti in più verranno affidati a due squadre per il coefficiente dato dal ranking Uefa (per ora sono Inghilterra e Olanda). Gli altri due accessi, invece, andranno alla terza classificata del quinto campionato del ranking e a una vincitrice del campionato. Tutte le partite, poi, verranno giocate in mezzo alla settimana in rispetto dei campionati nazionali. Inoltre le tre coppe godranno di una settimana di esclusività nel calendario.

Il cambiamento più importante è stato fatto per la fase a gironi che diventa un mini campionato con otto gare contro otto squadre diverse. Stessa cosa per l’Europa League, mentre la Conference ne avrà 6, con 36 squadre classificate ad entrambe le competizioni.