Arbitri e VAR, la Roma chiede giustizia: c’è il primo provvedimento

Nelle ultime partite la Roma ha recriminato qualche errore di troppo da arbitri e Var, soprattutto con la Fiorentina lunedì 9 maggio

La Roma lunedì ha perso 2-0 con la Fiorentina in una partita difficile sotto diversi punti di vista. Il più importante, però, è stato quello del risultato che è stato favorevole alla viola dopo pochi giri di orologio. Al 3′ minuto, infatti Nico Gonzalez viene atterrato in area da Karsdorp – e dire atterrato è un esagerazione – che con la punta del piede colpisce il parastinco dello spagnolo. Inizialmente l’arbitro Guida decide di dare il vantaggio, ma poi Banti, che era al Var, ha richiamato il direttore di gara mandandolo all’On Field Review. Dopo la visione del replay a bordo campo, il fischietto di Pompei assegna il penalty tra le proteste giallorosse. Dal dischetto parte proprio Gonzalez, che non sbaglia e indirizza la agra a favore della Fiorentina dopo pochi minuti.

arbitri
Luca Banti ©LaPresse

Un  episodio che non è passato inosservato a tutta la Roma che ha protestato per l’accaduto. A fine partita, poi, Tiago Pinto ha mostrato tutta la sua perplessità sul criterio di valutazione utilizzato. Il general manager, infatti, ha affermato di non capire che metro di giudizio utilizzino gli arbitri e quale il Var e questa cosa crea confusione nelle fila dei giallorossi. Sono trentasei partite, ha affermato l’ex Benfica, che avvengono episodi dubbi durante le partite. Nelle scorse giornate, infatti, Mourinho si è spesso lamentato dell’operato dell’arbitro, anche in modo plateale. Una che ha fatto molto discutere è quella in cui ha giudicato inaccettabile il gol di Acerbi in fuorigioco, a cui la Lazio si è sentita in dovere di controbattere.

Arbitri e Var, Banti sospeso fino a fine campionato

arbitri
Luca Banti, arbitro di Serie A ©LaPresse

A causa dell’errore fatto in Fiorentina-Roma Luca Banti, che nella squadra degli arbitri era destinato al Var, è stato sospeso fino al termine della stagione. Secondo quanto riporta Il Messaggero, il fischietto di Livorno dovrà saltare le ultime due giornate di Serie A. Non sono molte, ma comunque una piccola punizione per gli sbagli compiuti durante la gara. Il Var sta mostrando alcune lacune conl’Aia che deve correre ai ripari e istruire al meglio i suoi arbitri, che sembrano avere ancora confusione sul funzionamento.