Roma-Feyenoord, forfait del titolare: salta la partita

Il calciatore, uno dei più importanti per Roma-Feyenoord, non prende parte alla gara a causa di un problema fisico che lo ha costretto ai box

Il 25 maggio va in scena all’Arena Kombetare di Tirana la finale di Conference League tra Roma e Feyenoord. La gara con gli olandesi è la più importante della stagione per i giallorossi che ora devono sperare in una serie di combinazioni per raggiungere l’Europa League in campionato. Se questa non dovesse arrivare grazie alla Serie A, resta viva l’opzione della finale, che permetterebbe l’accesso nella sorella maggiore della Conference. A mettere i bastoni tra le ruote dei giallorossi, però, ci sono gli olandesi del Feynoord che si stanno preparando al meglio per giocare la gara.

Roma-Feyenoord
Jose Mourinho ©LaPresse

Gli olandesi oggi giocano l’ultima giornata di campionato e poi partiranno in ritiro per il Portogallo proprio per preparare la gara. Motli giorni in più, quindi, rispetto alla Roma che venerdì ritornerà in campo contro il Torino per l’ultimo turno di Serie A. Nonostante questo, Arne Slot, tecnico degli olandesi, ha dato mandato agli uomini del suo staff di spiare lo Special One che ieri è sceso in campo contro il Venezia. Purtroppo, la gara non è andata come Mourinho sperava, visto che con i lagunari, già retrocessi, è arrivato un pareggio che ha frenato le ambizioni di raggiungere le competizioni europee nella prossima stagione.

Roma-Feyenoord, Nelson in dubbio: sostituito nel riscaldamento per la partita con il Twente

Roma-Feyenoord
Reiss Nelson, attaccante del Feyenoord ©LaPresse

Nonostante tutti questi preparativi, Slot deve avere a che fare con alcune tegole in vista della gara. Oltre ai tanti infortunati presenti in rosa, di cui Malacia il più grave, ora si aggiunge anche Raiss Nelson. Il trequartista ex Arsenal è stato sostituito dal tecnico prima di scendere in campo per Feyenoord-Twente, ultima giornata di Eredivisie. Nelson ha accusato un fastidio muscolare e per questo il tecnico del club di Rotterdam ha preferito non rischiarlo e farlo uscire, così da non peggiorare le cose in vista della finale. Un possibile assist per Mourinho, che ha solo cinque giorni per arrivare al meglio alla partita.