Totti e il paragone con Insigne: Spalletti si lascia andare

L’attuale allenatore del Napoli è tornato a parlare di Totti dopo la precedente parentesi in giallorosso conclusasi co il ritiro del Dieci

Dopo un po’ di tempo Luciano Spalletti è tornato a parlare di Francesco Totti. La leggenda della Roma è stato uno dei giocatori che ha avuto un rapporto molto controverso con l’attuale allenatore del Napoli, che i passato è stato sulla panchina dei giallorossi. Proprio a Trigoria il rapporto tra i due si è incrinato soprattutto nell’ultimo anno da calciatore dell’ex Capitano. Nel 2017, infatti, Totti si apprestava ad appendere gli scarpini al chiodo e Spalletti aveva una sua idea su come gestirlo. Questa, però, non era condivisa da Francesco, che ha avuto diversi attriti con il tecnico.

totti
Francesco Totti, presente all’evento per la finale di Coppa Italia ©LaPresse

Il più clamoroso è stato alla vigilia della sfida con il Palermo. In quell’occasione, infatti, il Pupone ha parlato ai microfoni del Tg1, a cui aveva confessato i suoi pensieri riguardo l’utilizzo in campo e la situazione con il tecnico. Purtroppo, però, nonostante avesse intenzione di schierarlo dal primo minuto, Spalletti cambiò idea proprio alla luce di queste dichiarazioni decidendo di escluderlo dal ritiro. Il rapporto molto duro tra i due è stato messo in scena anche nella serie tv che tratta la carriera dell’ex Capitano. Proprio questa è stata oggetto di qualche frecciatina da parte di Luciano, che ha criticato la scelta di Totti di inserirlo nel suo racconto.

Totti e il paragone con Insigne, Spalletti: “Sono due giocatori fenomenali”

totti
Francesco Totti ©LaPresse

Proprio in questi giorni Luciano Spalletti è tornato a parlare dell’ex numero Dieci, ma in un modo totalmente diverso. Alla vigilai della partita con lo Spezia, il mister del Napoli ha espresso le sue idee sull’addio di Insigne. I giornalisti presenti, poi, hanno chiesto al tecnico se vedesse alcune similitudini tra Insigne e Totti. La risposta di Spalletti è stata molto benevola con entrambi, che sono stati definiti due giocatori fenomenali. Secondo l’allenatore di Certaldo, i due sono anche il motivo per cui alcuni bambini cominciano a giocare a calcio. Un complimento veramente importante per Totti e Insigne, che sono in grado anche di cambiare i piani delle partite con i loro colpi di classe.