Calciomercato Roma, dietrofront e doppia bocciatura: la strategia di Pinto

Il general manager della Roma è tornato sui suoi passi e ha deciso che alcuni calciatori saranno ceduti in questa sessione di calciomercato

La Roma sta in fiammando il calciomercato italiano con le sue trattative. Dopo aver chiuso per Zeki Celik, Mile Svilar e Nemanja Matic, che hanno colmato delle lacune individuate da Mourinho nel corso della passata stagione, è arrivato Paulo Dybala. L’attaccante argentino era nel mirino della Roma da diverse settimane e il suo arrivo è stato preso con grande entusiasmo dai tifosi. L’ingaggio della Joya si può definire un vero e proprio capolavoro viste le modalità con cui è stato preso. L’ex Palermo, infatti, arriva a parametro zero dopo essersi liberato dalla Juventus e fondamentale per il suo arrivo è stato l’intervento di Mourinho, Lo Special One, infatti, ha telefonato al giocatore convincendolo ad accettare l’offerta della Roma di tre anni a 4.5 più bonus.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto e José Mourinho in panchina ©LaPresse

Oltre alle entrate, però, Tiago Pinto deve cominciare a pensare anche alle uscite. In rosa sono diversi i calciatori che non fanno più parte dei piani dell’allenatore e per questo motivo il general manager sta cercando loro una squadra. I primi indiziati a lasciare Trigoria sono Jordan Veretout, Gonzalo Villar e Amadou Diawara. I tre, infatti, non fanno parte dei piani dello Special One, che non ha mai utilizzato gli ultimi due e ha fatto scendere nelle gerarchie il francese. Da loro, Pinto dovrebbe ottenere un buon tesoretto che gli permetterà di muoversi al meglio negli acquisti. Da questo ritiro in Portogallo, poi, sono arrivare altre due bocciature.

Calciomercato Roma, doppia bocciatura: ipotesi prestito a fine agosto

Calciomercato Roma
Eldor Shomurodov, attaccante della Roma ©LaPresse

Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, Eldor Shomurodov e Matias Vina hanno deluso le aspettative di Mourinho. Il primo è stato utilizzato in tre amichevoli, in cui ha giocato in totale un centinaio di minuti. Il secondo, invece, è sceso in campo solo con lo Sporting Lisbona. Per loro Tiago Pinto sta pensando a una cessione in prestito, con l’uzbeko che ha qualche richiesta anche in Italia. Per l’uruguaiano, invece, non ci sono proposte, ma comunque la strategia per entrambi sarebbe una partenza a titolo temporaneo dopo l’inizio del campionato e verso al fine del calciomercato.