“Ci lasci i tre punti?”: calciatore di Serie A squalificato per questo whatsapp

Un calciatore di Serie A è stato squalificato per aver inviato un messaggio whatsapp che recitava: “Ci lasci i tre punti?” Ecco i dettagli della vicenda

Galeotto fu quel messaggio whatsapp: “Ci lasci i tre punti?. La Procura Federale ci va giù pesante e non concede sconti in questo bizzarro caso. Il calciatore è stato ufficialmente squalificato dopo aver inviato questo messaggio. La Procura non fa sconti, violato il principio di lealtà, correttezza e probità sportiva. Ecco cosa è successo nel dettaglio, con il calciatore costretto a saltare i primi due turni della nuova stagione in Serie A.

Squalifica Serie A
Pallone Serie A ©LaPresse

Un nuovo caso scuote il calcio italiano, dopo la squalifica emessa a Gianluca Gaetano, centrocampista del Napoli di Luciano Spalletti, rientrato dal prestito alla Cremonese. Proprio nella squadra grigiorossa, neo promossa in Serie A, il centrocampista ha commesso quello che secondo la Procura Federale è valso un doppio turno di squalifica, compresa ammenda sia al calciatore che al club lombardo. L’accusa è quella di aver inviato un messaggio tramite l’app Whatsapp al futuro avversario prima della sfida tra Cremonese e Como. La Procura non ammette sgravi, neanche in caso di toni evidentemente ironici nella chat.

“Ci lasci i tre punti?”: calciatore di Serie A squalificato per questo whatsapp

Serie A squalifica
Gianluca Gaetano con la maglia della Cremonese ©LaPresse

Il centrocampista Gianluca Gaetano scrisse questo messaggio al futuro avversario Vittorio Parigini, in forza al Como. “Ci lasci i 3 punti venerdì?” con l’aggiunta di due emoticons rappresentanti faccine sorridenti. La Procura Federale ha chiuso l’indagine e ci va giù pesante. Il giovane classe 2000 sarà costretto a saltare due giornate di campionato, e a pagare un’ammenda da 4500 euro. Inoltre, anche la Cremonese dovrà pagare 5000 euro per responsabilità oggettiva nei fatti. Il calciatore è reduce da un biennio in prestito nella società grigiorossa, culminato nella promozione a sorpresa strappata lo scorso anno. Ora, in attesa di capire cosa riserverà il futuro per il giovane centrocampista una cosa è sicura: dovesse restare in Serie A le prime due giornate potrà vederle solo dalla tribuna.