Udinese-Roma, contatto in area e Mou furioso: la sentenza di Marelli

La Roma è in campo alla Dacia Arena, per la quinta giornata di campionato. Ad inizio secondo tempo c’è stato un contatto in area friulana.

Gara decisamente ostica per la Roma di Josè Mourinho sul campo dell’Udinese. La quinta giornata di Serie A vede la squadra giallorossa a caccia della vetta, ma la formazione friulana si dimostra osso duro. La squadra di Andrea Sottil è riuscita ad andare in vantaggio grazie al clamoroso errore di Rick Karsdorp. Il terzino olandese ha praticamente regalato ad Udogie la rete del vantaggio friulano, gestendo in modo orribile un cross nell’area giallorossa. Ad inizio secondo tempo l’olandese è stato sostituito da Celik, subito protagonista con un episodio nell’area friulana.

Udinese Roma
Josè Mourinho ©LaPresse

Celik, ad inizio secondo tempo, entra in area servito da LorenzoPellegrini. Il turco viene messo giù in area da una spallata di Rodrigo Becao. Per Maresca non ci sono gli estremi per il rigore. L’arbitro sembrava intenzionato piuttosto ad ammonire proprio il terzino giallorosso, salvo poi optare per la rimessa in favore dei friulani. Josè Mourinho si è scatenato a bordo campo. Il tecnico portoghese protestava contro la mancata revisione al Var dell’episodio. Ecco cosa ne pensa Luca Marelli, esperto in materia in casa Dazn.

Udinese-Roma, contatto in area e Mou furioso: la sentenza di Marelli

Roma Karsdorp
L’Udinese festeggia il gol di Udogie ©LaPresse

Marelli analizza così l’episodio: “Rodrigo Becao ha preso un rischio, ha dato una spallata a Celik che però ha accentuato. In ogni caso non è un episodio di competenza del Var, Maresca ha valutato in questo modo l’intensità del contatto.

Pochi minuti dopo è arrivato il raddoppio dell’Udinese, con un altro errore difensivo della Roma, stavolta del portiere Rui Patricio.