Roma, giornata storica firmata Friedkin: 7 milioni a stagione

Dan e Ryan sono vicini a dare vita a una nuova era per la Roma che potrebbe avere grandi vantaggi dal progetto del presidente e del suo vice

Da quando sono approdati alla Roma i Friedkin hanno sempre dato idea di voler mettere in piedi un progetto vincente e ambizioso. Nel 2021, infatti, per dare uno sprint dal punto di vista calcistico la società ha deciso di ingaggiare José Mourinho. Il tecnico portoghese ha dato una grande spinta alla squadra, che è stata in grado di salire sulla stessa lunghezza d’onda del tecnico, che ha impartito il cambio di mentalità alla rosa. Tutti gli sforzi dello Special One e dei Friedkin sono stati premiati al termine della stagione.

roma feidkin delisting
Dan e Ryan Friedkin allo Stadio Olimpico ©Ansa Foto

Il 25 maggio, infatti, la Roma ha alzato la Conference League, un trofeo europeo che mancava da diversi decenni nella Capitale. Grazie al successo di Tirana, poi, Abraham e compagni sono riusciti a qualificarsi in Europa League, anche grazie alle prestazioni raggiunte in campionato. Un miglioramento rispetto all’anno precedente, che è stato possibile anche grazie ai tanti investimenti che Dan e Ryan hanno effettuato. Tutto questo, sempre per rendere la Roma più competitiva per arrivare a lottare per i palcoscenici che la proprietà vuole raggiungere,

Roma, domani il deslisting: finisce un’era

roma feidkin delisting
Dan e Ryan Friedkin sul pullman scoperto per festeggiare la vittoria della Conference League ©Ansa Foto

L’ultimo progetto dei Friedkin riguarda l’uscita dalla Borsa che, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, dovrebbe avverarsi domani. Il 14 settembre 2022, quindi, si concluderà quel cammino iniziato negli anni 2000 da Franco Sensi, che decise di quotare il titolo in Piazza Affari. Ora, in linea con quanto stanno facendo anche molte altre squadre europee, i Friedkin hanno deciso di acquistare almeno il 95% delle azioni della Roma costate circa 39 milioni. Gli azionisti che hanno venduto sono stati premiati con un piano fedeltà in pieno stile Nba, che permette di andare a cena anche con Mourinho e con gli stessi Friedkin. Il delisting permetterà di velocizzare il processo decisionale sulle operazioni interne, che prima dovevano passare per la Consob. Con l’uscita dalla Borsa, poi, la Roma potrebbe risparmiare circa 7 milioni a stagione.