Roma-Helsinki, UFFICIALE l’arbitro: unico precedente con gioia finale

È stato designato quale sarà l’arbitro che dirigerà Roma-Helsinki, seconda giornata del Girone C di Europa League

Dopo aver archiviato al pratica Empoli, la Roma sposta la concentrazione sull’Europa League. Giovedì sera, infatti, ci sarà la seconda giornata della coppa targata Uefa con Pellegrini e compagni che sono chiamati a riscattare la partita precedente. Contro il Ludogorets, infatti, i giallorossi non sono riusciti a fare punti. A Razgrad, i bulgari sono riusciti a vincere 2-1, con Shomurodov che aveva segnato il gol dell’1-1 nel secondo tempo. All’88’, però, è arrivata la doccia fredda con Nonato che ha trovato al rete del 2-1 che ha permesso ai biancoverdi di vincere.

roma helsinki arbitro
José Mourinho ©LaPresse

Dopo il successo in campionato, che permette alla Roma di ricominciare con il piede giusto dopo la sconfitta di Udine, Mourinho vuole ottenere un altro successo. In questo modo, il tecnico spengerebbe una volta per tutte le polemiche che si sono create in questi giorni sulla squadra. Già nella conferenza stampa post Empoli-Roma, lo Special One ha lanciato una frecciatina che ha colpito a pieno il bersaglio. Il portoghese, infatti, ha sottolineato come fosse stato già creato un caso intorno ai due insuccessi e i tre punti vinti contro i toscani zittiscono tutti.

Roma-Helsinki, arbitra Petrescu: ultima volta col Vitesse

roma helsinki arbitro
Radu Petrescu ©LaPresse

Intanto, per la partita di Europa League è stato designato l’arbitro che dirigerà Roma-Helsinki. Toccherà a Radu Petrescu, fischietto romeno che sarà aiutato dai connazionali Adu Ghinguleac e Mircea Mihail Grigoriucon Marcel Birsan quarto uomo. Al var ci sarà l’olandese Pol van Boekel, assistito da Bastian Dankert. Petrescu ha già incrociato una volta la Roma in carriera. Si tratta della sfida di Conference League dello scorso anno contro il Vitesse, che ha permesso ai giallorossi di passare ai quarti. In quell’occasione, la Roma ha pareggiato 1-1 con Abraham che ha trovato il gol dell’equilibrio e della qualificazione nel finale di gara. Impossibile dimenticare, poi, l’eurogol di Wittek che con un sinistro al volo dal limite dell’area spaventò l’Olimpico.