Roma, Mourinho show in conferenza: la frecciata centra il bersaglio

L’allenatore della Roma si è tolto un sassolino dalla scarpa nell’incontro con i giornalisti dopo la partita vinta contro l’Empoli

La Roma torna alla vittoria dopo i due stop contro Udinese e Ludogorets. Contro i friulani è arrivata la prima sconfitta della Serie A con Deulofeu e compagni che si sono imposti al Dacia Arena vincendo 4-0. Perdere una partita è normale in un campionato con 38 gare e prima o poi il primo inciampo sarebbe dovuto arrivare. Ovviamente, tutti i tifosi e addetti ai lavori nella Roma speravano arrivasse il più tardi possibile, ma anche a inizio campionato non rappresenta un problema. È affrettato far scattare l’allarme dopo la prima sconfitta e la stessa cosa è stata sottolineata da Mourinho.

roma mourinho conferenza stampa
José Mourinho durante Empoli-Roma ©LaPresse

Il tecnico della Roma, infatti, ha parlato in conferenza stampa al termine della partita contro l’Empoli. Con i toscani i giallorossi sono tornati alla vittoria, dopo che anche in Europa League era arrivata la prima sconfitta. Con i bulgari non si è vista la miglior Roma, ma il gran numero di partite ravvicinate di sicuro non migliora la situazione. Nell’incontro con i giornalisti al termine del posticipo di Serie A, lo Special One ha parlato della gara e soprattutto ha ammesso l’incompatibilità di Matic e Cristante, che sono grandi giocatori, ma hanno caratteristiche simili. Durante la conferenza stampa, José ha avuto modo di mandare anche un messaggio a Tiago Pinto per il mercato, così come ha avuto modo di togliersi un sassolino dalla scarpa.

Roma, che frecciata in conferenza stampa

roma mourinho conferenza stampa
José Mourinho, allenatore della Roma ©Asromalive.it

Verso la fine dell’incontro con la stampa, infatti, Mourinho ha parlato dell’importanza di questa vittoria. I successo sull’Empoli, infatti, fa felice tutti coloro che tengono alla Roma, mentre per alcuni è un avvenimento triste. I tre punti arrivati contro i toscani, infatti, invertono quella dinamica che si era creata in seguito alle sconfitte con Udinese e Ludogorets. Da essere osannata come una delle migliori squadre, secondo Mourinho, la Roma era diventata la peggiore. La vittoria con l’Empoli permette di ritrovare un equilibrio in realtà mai perso, ha fatto notare il portoghese, che ha sottolineato come la squadra abbia continuato a giocare con le stesse idee, giocatori e modulo. Il tutto in tranquillità, dimostrando maturità.