Roma-Atalanta, rigore Zaniolo: sentenza Marelli e “curiosità”

Nel corso del primo tempo di Roma-Atalanta il numero 22 è stato trattenuto dal difensore avversario che ha rischiato di causare il rigore

Si è da poco conclusa Roma-Atalanta che allo Stadio Olimpico è finita 0-1. I bergamaschi sono riusciti a vincere grazie alla rete fortunata di Scalvini nel primo tempo. Il centrocampista del 2003 ha calciato indisturbato dal limite dell’area su assist di Hoejlund. Il pallone del numero 42 si è infilato all’angolino e non ha permesso a Rui Patricio di intervenire per evitare lo svantaggio. Il risultato non ha di certo rispecchiato quello che si è visto in campo con i giallorossi che hanno messo diverse volte in difficoltà gli avversari.

roma atalanta
Nicolò Zaniolo, attaccante della Roma ©LaPresse

Nicolò Zaniolo è stato di sicuro uno dei più pericolosi nell’attacco della Roma che oggi è sembrato sotto tono. Tammy Abraham, infatti, non è riuscito a incidere come ha abituato i tifosi, mentre Paulo Dybala è stato costretto a dare forfait durante il riscaldamento. Nel corso della partita, poi, il numero 22 è stato protagonista di alcuni episodi al limite del calcio di rigore. Nel secondo tempo, infatti, un suo contatto con Okoli ha causato le proteste di tutti i compagni e di José Mourinho che è stato anche espulso.

Roma-Atalanta, Marelli senza dubbi: “La trattenuta di Demiral è evidente”

roma atalanta
Merih Demiral inseguito da Tammy Abraham ©LaPresse

Nel corso del primo tempo, poi Nicolò Zaniolo è stato protagonista di un contatto in area con Merih Demiral. L’attaccante della Roma ha ingaggiato il duello con il difensore dell’Atalanta sul fondo del campo con l’ex Juventus che ha trattenuto il numero 22 per la maglia. In studio l’episodio è stato analizzato da Luca Marelli, ex arbitro ed esperto di Dazn che in studio ha dichiarato come quello del turco fosse fallo su Zaniolo. La trattenuta, infatti, era evidente, ma visto che Nicolò non è finito a terra l’arbitro Chiffi ha giudicato come regolare l’intervento. Poi alla fine, ha affermato anche di avere una curiosità: vedere cosa avrebbe fischiato l’arbitro in caso Zaniolo si fosse fermato.