Esonero inevitabile: due ex Roma in corsa

L’esonero ormai sembra inevitabile: in corsa per la successione in panchina ci sono due ex Roma. Il ribaltone è immediato

L’esonero, in Serie B, ormai sembra inevitabile. Dopo la sconfitta nell’anticipo di venerdì contro il Brescia, in casa Benevento è tornata in discussione la panchina dell’allenatore calabrese Fabio Caserta. Che già un mese fa sembrava sul punto d’addio, poi qualche risultato utile lo ha messo al riparo da ribaltoni immediati. Adesso però le cose sono di nuovo cambiate dopo le uscite contro il Cagliari in casa – sconfitta per due a zero – e quella appunto in Lombardia.

Daniele De Rossi
Daniele De Rossi ©LaPresse

Insomma, l’esonero è dietro l’angolo e la Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina sottolinea come domani, alla ripresa degli allenamenti dopo alcuni giorni di riposo anche per via dello stop al campionato, potrebbe  anche non esserci Caserta con la società del presidente Vigorito che potrebbe optare per il cambio anche perché non ci sono impegni ufficiali imminenti.

Esonero inevitabile, due ex Roma in corsa

Empoli Roma
Jose Mourinho e Aurelio Andreazzoli ©LaPresse

Allora, i nomi che circolano sono diversi. Da D’Aversa a Cannavaro (secondo Il Mattina e TuttoSport), ma il quotidiano rosa spara due ex Roma: Andreazzoli – che sarebbe stato già contattato – e Daniele De Rossi. L’ex capitano, già un mese fa, sembrava pronto a firmare in quello che era stato il primo scossone alla panchina di Caserta, poi come detto le cose erano tornate tranquille prima di questo nuova ondata che dovrebbe fare danni.

Sarebbe la prima panchina ufficiale per DDR, dopo gli impegni nello staff tecnico di Roberto Mancini in Nazionale. Anche se, c’è da dirlo, al momento De Rossi non sembra essere il favorito per sostituire Caserta. Ma molto lo si capirà ovviamente nelle prossime ore.