Voti Roma-Lecce, Smalling giganteggia: doppia bocciatura

Roma-Lecce, da pochi istanti c’è stato il triplice fischio della sfida allo stadio Olimpico. La squadra di Mourinho torna alla vittoria.

La nona giornata di Serie A vede la Roma affrontare il Lecce di Marco Baroni. La squadra di José Mourinho vuole trovare la vittoria per non perdere il treno della zona Champions League in Serie A. I giallorossi cercano continuità dopo l’ottima vittoria di San Siro ai danni dell’Inter. Da cancellare poi l’amarezza per la sconfitta patita contro il Betis, che ha complicato il cammino in Europa League per Pellegrini e compagni.

Roma Lecce
José Mourinho ©LaPresse

La Roma entra in campo con ottimo piglio e la sblocca dopo pochi minuti. Chris Smalling giganteggia nell’area salentina e sfrutta al meglio un nuovo delizioso assist di Pellegrini. Squadra pugliese che si ritrova anche sotto di un uomo, al 23esimo viene espulso Hjulmand dopo un fallo su Belotti. Il Lecce non molla e si rende pericoloso nell’area di rigore della Roma. Al 39esimo la squadra salentina trova il pari, Strefezza approfitta di un’incertezza difensiva su calcio d’angolo e fredda Rui Patricio. La prima frazione di gioco si chiude sull’1-1, ancora troppa poca freddezza sotto porta per la squadra di Josè Mourinho.

Il secondo tempo vede un doppio cambio immediato per la Roma: dentro Abraham e Spinazzola per Zaniolo e Vina. L’attaccante inglese entra con determinazione e conquista subito un calcio di rigore. Glaciale nella realizzazione Paulo Dybala che però non può esultare sotto la Curva Sud come avrebbe voluto. Il numero 21 giallorosso è costretto al cambio per un problema muscolare. Fiato sospeso per le condizioni fisiche della ‘Joya’, nuovamente in rete con la maglia della Roma. Al 70esimo Abraham va vicino alla terza rete, brava la difesa salentina a schermarlo. Anche al minuto 88° la punta inglese sfiora la rete, bravo in questo caso il portiere Falcone.

Voti Roma-Lecce, Smalling giganteggia: doppia insufficienza

Roma Lecce
Roma Lecce ©LaPresse

 

ROMA: Rui Patricio 6, Mancini 6 (88° Kumbulla sv), Smalling 7.5, Ibanez 6, Zalewski 6.5, Cristante 5.5 , Pellegrini 6.5, Vina 5 (46° Spinazzola), Dybala 7 ( 50° Matic 6), Zaniolo 5 (46° Abraham 6), Belotti 6 (77° Shomurodov sv) .