Roma-Torino, nuovo recupero ed esami strumentali: la nota del club

Roma-Torino, nuovo recupero ormai ufficiali ed esami strumentali: ecco la nota ufficiale del club in vista della sfida di domenica

Due partite, poi tanti saluti al 2023. E se la Roma sta cercando di recuperare Paulo Dybala almeno per l’ultima partita dell’anno, quella contro il Torino in programma all’Olimpico domenica prossima, dalla squadra granata il report ufficiale parla di un recupero per Ivan Juric.

Roma-Torino, nuovo recupero ed esami strumentali: la nota del club
Mourinho e Juric ©LaPresse

Sì, oggi all’interno del gruppo, ha lavorato insieme ai compagni almeno per una parte della seduta Sanabria. L’attaccante insomma dovrebbe essere a disposizione del tecnico quasi certamente per l’impegno in trasferta nella Capitale. Assai più difficile vederlo in campo per quello in mezzo alla settimana. Una situazione assai simile a quella della Joya insomma.

Roma-Torino, le ultime su Pellegri

Roma-Torino, nuovo recupero ed esami strumentali: la nota del club
Il gol di Pellegri lo scorso anno contro la Lazio all’Olimpico ©LaPresse

Poi in casa Torino c’è sempre la situazione Pellegri da valutare. Ieri vi abbiamo raccontato come l’attaccante s’è fatto male dopo 3 secondi di gioco per via di un problema alla caviglia sinistra ed è stato sostituito dopo 3 minuti. “I primi accertamenti strumentali cui è stato sottoposto Pellegri, post trauma contusivo-distorsivo alla caviglia sinistra, hanno escluso interessamenti legamentosi. Domani nuove valutazioni in base alla sintomatologia e all’evoluzione dell’infortunio”. Questa la nota del club di Cairo in merito alle sue condizioni.

Insomma, per il Toro, potrebbe esserci un doppio recupero, soprattutto se la caviglia dell’altro attaccante, quello che l’anno scorso sempre all’Olimpico ha fatto gol alla Lazio, dovessero migliorare nel corso di questa settimana. Vedremo quali saranno gli sviluppi e soprattutto se Juric vorrà rischiarlo. Ma le cose non sono poi così male per loro. A differenza di Mou, che in ogni partita deve sempre fare a meno di qualcuno e che mai, fino ad ora, ha potuto mandare in campo la miglior formazione possibile.