Mourinho è già il passato: scelto il “sostituto”

Effetto domino immediato dal Portogallo e Roma coinvolta direttamente. Dopo la decisione di Josè Mourinho spunta il “sostituto”, è un ex giallorosso

Il Mondiale in Qatar, terminato una settimana fa, oltre ad aver riportato l’Argentina sul tetto del mondo dopo 36 anni ha regalato diversi ribaltoni in panchina. Tra i tanti a lasciare la guida della nazionale anche il commissario tecnico del Portogallo, Fernando Santos. Subito dopo l’eliminazione della selezione lusitana, per mano della sorpresa Marocco, dal Portogallo è rimbalzata la pista José Mourinho come guida tecnica della nazionale.

Mourinho è già il passato: scelto il "sostituto"
José Mourinho sulla panchina della Roma ©LaPresse

L’ipotesi Special One in panchina è stata a lungo cavalcata in patria, mentre la Roma svolgeva la settimana di ritiro invernale proprio in Portogallo. Ma, come vi avevamo già raccontato giorni fa, proprio dalla patria di José Mourinho risulta evidente come il tecnico non abbia intenzione di lasciare la Roma prima della scadenza del proprio contratto, nel 2024. Ora, secondo quanto riportato in Portogallo, spunta una nuova pista che porta ad un ex tecnico giallorosso, anche lui libero dopo il Mondiale in Qatar.

Ct Portogallo, Mourinho perde quota: spunta Luis Enrique

Un nome caldo per la panchina del Portogallo porta a guardare al futuro di Luis Enrique, allenatore della Roma nella stagione 2011-12. L’ex Barcellona è stato sollevato dalla panchina della Spagna l’8 dicembre scorso. Anche lui ha pagato l’eliminazione per mano del Marocco ed ora potrebbe sposare la causa della panchina portoghese.

Mourinho è già il passato: scelto il "sostituto"
Luis Enrique ©LaPresse

Secondo quanto evidenziato dal quotidiano A Bola, dopo il rifiuto di José Mourinho a guidare il Portogallo si fa avanti la candidatura di Luis Enrique come erede di Fernando Santos. L’ex ct della Spagna, che da allenatore del Barcellona ha vinto tantissimo, potrebbe diventare il nuovo commissario tecnico del Portogallo. Il rifiuto di José Mourinho, accostato anche alla panchina del Brasile, scatena l’effetto domino sul futuro dell’ex allenatore della Roma.