Milan-Roma, la moviola dei giornali: troppi gialli ma manca un’espulsione

L’arbitro Massa non ha svolto la sua miglior prestazione ieri sera in Milan-Roma, finita 2-2 grazie alle reti finali di Ibanez e Abraham

Milan-Roma è stata una partita molto combattuta da parte delle due squadre, con i giallorossi che nella prima parte di partita hanno atteso i padroni di casa. I rossoneri hanno trovato il vantaggio alla mezz’ora, con Kalulu che si libera bene da Ibanez e va a colpire di testa trovando l’1-0. L’episodio è stato al centro di alcune proteste dei giallorossi con Zalewski che è stato ammonito per proteste dall’arbitro Massa.

Milan-Roma, la moviola dei giornali: troppi gialli ma manca un'espulsione
Davide Massa, arbitro di Milan-Roma ©LaPresse

La seconda rete del Milan, invece, è arrivata nel secondo tempo, con Pobega che ha calciato a giro sul secondo palo trovando il raddoppio. Da quel momento in poi, la Roma ha alzato i ritmi e con essi anche il baricentro spostandosi nella metà campo avversaria. L’obiettivo era mettere in difficoltà i rossoneri e la posizione avanzata di Pellegrini e compagni ha ottenuto l’effetto sperato.

Nel finale sono arrivate le due reti del pareggio con Ibanez che ha dimezzato all’87’, mentre Abraham ha piazzato il gol finale in pieno recupero. Ad essere protagonista, però, non è stato solo qualche calciatore, ma soprattutto l’arbitro Massa, che ha sventolato ben dieci cartellini gialli durante la partita, sintomo di una leadership in campo mai trovata.

Milan-Roma, Massa insufficiente

Come riportano il Corriere dello Sport e la Gazzetta dello Sport, l’arbitraggio del fischietto di Imperia non è stato sufficiente, con un errore molto importante a condizionare la sua gara.

Milan-Roma, la moviola dei giornali: troppi gialli ma manca un'espulsione
Davide Masa ©LaPresse

I gol erano tutti e quattro regolari e la mano di Ibanez in area su cross di Saelemaekers non era sanzionabile visto che era attaccata al corpo. Sotto la lente d’ingrandimento ci sono le tante ammonizioni, molte delle quali assegnate per proteste. Ne manca una importante. Bennacer, infatti, avrebbe dovuto ricevere il secondo cartellino giallo per l’intervento su Pellegrini a palla lontana. Un’espulsione mancante, quindi, che condiziona la direzione di Massa.