Roma, Mourinho non si ferma mai: nuovi talenti nel mirino

Il tecnico della Roma Mourinho non si ferma mai. Oggi è andato a seguire una partita per individuare altri talenti da convocare.

La Roma, reduce dal pareggio ottenuto domenica sul campo del Milan, tornerà in campo giovedì per affrontare il Genoa negli ottavi di finale di Coppa Italia. Domenica, invece, sarà la volta del match contro la Fiorentina. Si preannuncia quindi una settimana intensa per José Mourinho, intenzionato a vincere entrambe le gare così da aumentare ulteriormente il morale del gruppo.

José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

In attesa di sedersi nuovamente in panchina, il mister originario di Setubal oggi ha deciso di recarsi allo stadio “Tre Fontane” per seguire da vicino la sfida tra la Primavera giallorossa ed il Lecce. Fin qui la “cantera” ha rappresentato un serbatoio di importanza strategica per il club: lo scorso anno alla prima squadra era stato aggregato Felix Afena-Gyan, poi ceduto in estate alla Cremonese per circa 7 milioni.

In questa stagione, invece, l’allenatore ha spesso dato fiducia ad Edoardo Bove (6 presenze complessive) e a Cristian Volpato (4 apparizioni “condite” da un gol ed un assist). Prime presenze in Serie A pure per Benjamin Tahirovic, sempre impiegato nelle ultime tre partite di campionato per un totale di 110 minuti trascorsi in campo. Da qui la decisione di Mourinho di osservare dalla tribuna la gara odierna in modo tale da valutare la convocazione di altri giovani talenti del club.

Roma, Mourinho monitora i giovani talenti della Primavera

Tra i più vicini al grande salto ci sono soprattutto il capitano Giacomo Faticanti (classe 2004) e Claudio Cassano (2003) le cui prestazioni, in queste settimane, saranno analizzate nei minimi dettagli dall’allenatore e dal suo staff. Talenti con ancora ampi margini di crescita ma che potrebbero comunque essere utili alla causa giallorossa.

Giacomo Faticanti della Primavera della Roma ©LaPresse

La sfida, iniziata alle ore 12.30, è ancora inchiodata sullo zero a zero e nonostante le varie occasioni da rete creata la squadra di Guidi non è ancora riuscita a trafiggere la porta avversaria.

ROMA (4-3-3): Baldi; Louakima, Pellegrini, Chesti, Falasca; Pisilli, Faticanti (C), D’Alessio; Cassano, Padula, Cherubini. A disposizione: Razumejevs, Del Bello, Missori, Foubert-Jacquemin, Ivković, Vetkal, Oliveras, Koffi, Misitano, Silva, Ruggiero, Ciuferri, Graziani, João Costa. Allenatore: Guidi

LECCE (4-3-3): Borbei; Muñoz, Paşcalău, Hasić, Dorgu; Samek, Vulturar (C), Berisha; Daka, Burnete, Salomaa. A disposizione: Moccia, Leone, Russo, Carrozzo, Dell’Acqua, Corfitzen, Minerva, Gueye, Vescan-Kodor, Borgo, Milli. Allenatore: Coppitelli

Arbitro: Adolfo Baratta di Rossano.