Zaniolo fischiato, Candela risponde a Mourinho

Ieri sera Mourinho ha puntato il dito per i fischi a Zaniolo durante Roma-Genoa e il francese ha risposto giustificando le sue parole

Ieri sera è andata in scena Roma-Genoa per gli ottavi di Coppa Italia. Di ritorno dalle vacanze natalizie subito turno infrasettimanale per i giallorossi e per i loro tifosi, che hanno riempito l’Olimpico anche in questa occasione. Quasi tutto esaurito per la serata di ieri, con poche centinaia di biglietti rimasti per la partita in cui i tifosi sono stati protagonisti come sempre.

Zaniolo fischiato, Candela risponde a Mourinho
Vincent Candela ©LaPresse

A non brillare, invece, sono stati gli attaccanti della Roma, con il tridente che ha faticato a trafiggere la difesa del Genoa. Lorenzo Pellegrini, Nicolò Zaniolo e Tammy Abraham non sono riusciti a trovare la rete contro i rossoblù. A sbloccare la gara ci ha pensato il solito Paulo Dybala, che prima della gara è stato premiato per la vittoria del Mondiale. Un riconoscimento importante per la Joya, che ha ringraziato il pubblico per tutto l’amore incondizionato.

Chi, invece, non ha ringraziato i giallorossi, ma anzi è stato piuttosto beccato è Nicolò Zaniolo. Anche nella partita di ieri il numero 22 è sembrato nervoso e poco in partita prendendo anche un giallo per proteste. Come se non bastasse, il talento classe 1999 è stato fischiato da alcuni presenti allo Stadio Olimpico e la cosa non ha fatto piacere a Mourinho.

Roma, botta e risposta tra Mourinho e Candela

Lo stesso Special One ne ha parlato in conferenza stampa affermando che quando c’è una persona interna stipendiata dalla Roma che parla male dei giocatori allora si spalancano le porte a questi episodi.

Zaniolo fischiato, Candela risponde a Mourinho
Mourinho aaccompagna Zaniolo fuori dal campo ©LaPresse

In molti hanno puntato il dito su Vincent Candela, ex difensore dello scudetto, che ha risposto con un post sui social a chi lo additava come responsabile. Il francese si è detto sorpreso di essere stato additato come responsabile e non crede che i fischi siano dovuti alle sue dichiarazioni. Vincent ha poi continuato dicendo che ogni sua parola viene sempre pronunciata con grande rispetto di tutti e non c’era alcuna intenzione di fare polemica.