Calciomercato Roma, 22 milioni non bastano: assalto respinto

Calciomercato Roma, 22 milioni di euro non bastano: offerta respinta. Rimangono in corsa Juventus e Napoli. E anche Pinto gongola

L’anno prossimo, soprattutto in difesa, c’è la sensazione che la Roma dovrà fare degli investimenti importanti. Non solo perché numericamente, giocando con la difesa a tre, Mourinho ha un poco la coperta corta. Ma anche per quelle che potrebbero essere delle decisioni di alcuni giocatori che potrebbero salutare.

Calciomercato Roma, 22 milioni non bastano: assalto respinto
Tiago Pinto – Asromalive.it

Il nome che ovviamente viene in mente è quello di Smalling, che ancora non ha deciso il proprio futuro. Lui ha un contratto in scadenza con la possibilità di rinnovare e nei giorni scorsi c’è stato un incontro a Trigoria tra l’agente e Pinto. La fumata bianca non è arrivata, e il pressing dell’Inter ma anche della Juventus rimane. Insomma, un futuro ancora da scrivere con il gm portoghese che nel corso di questi mesi ha iniziato a vagliare quelle che potrebbero essere diverse situazioni. Una di queste è Kiwior, difensore centrale dello Spezia, che almeno fino alla prossima estate rimarrà in Liguria.

Calciomercato Roma, la situazione Kiwior

Il difensore nei mesi scorsi è stato accostato alla Roma ma non solo. Anche Napoli e Juventus lo hanno messo nel mirino tant’è che si è parlato di un possibile via libera ai giallorossi per Ndicka. In tutto questo la novità sta nella risposta che lo Spezia avrebbe dato al Borussia Dortmund. Il club tedesco infatti è interessato al difensore.

Calciomercato Roma, 22 milioni non bastano: assalto respinto
Kiwior – Asromalive.it

Ma davanti a 22 milioni di euro non ci sarebbero stati dei tentennamenti da parte del club ligure spiega TuttoSport. Almeno per ora non solo il difensore non si muove perché c’è da conquistare la salvezza, ma la sensazione è che nemmeno sotto l’aspetto economico ci sia un punto d’incontro sulla valutazione del cartellino. Insomma a queste cifre i giallorossi non possono competere per adesso, ma sicuramente per Kiwior rimangono in corsa le italiane. E il pensiero di Ndicka è bello caldo dalle parti di Trigoria.