Calciomercato Roma, via libera Mourinho: parte in prestito

Calciomercato Roma, c’è il via libera di Mourinho: il giocatore parte in prestito per iniziare a giocare con i grandi. Ecco le novità

Non ci sono solamente le operazioni più grosse nella testa di Pinto, con Zaniolo ovviamente in testa visto il valore del calciatore e visto quello che potrebbe portare nelle casse della Roma. Ma ci sono anche operazioni di minori che non vanno perse di vista.

Calciomercato Roma, via libera Mourinho: parte in prestito
Mourinho – Asromalive.it

Ed è in questa che viene sicuramente catalogata quella di Faticanti, il mediano giallorosso, che la Roma lo scorso agosto ha deciso di blindare facendogli firmare un contratto fino al 2026. Anche lui è entrato nei radar di Mourinho, ma per il momento ha giocato solamente con la Primavera di Guidi. Troppo poco se vuole spiccare il volo. Ed è per questo che potrebbe iniziare a farsi le ossa nel calcio che conta andando a giocare in prestito.

Calciomercato Roma, Faticanti verso il Perugia

La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina anticipa la prossima mossa. Faticanti infatti potrebbe essere spedito in prestito secco fino alla fine della stagione al Perugia di Castori, squadra che milita in Serie B e che lotta per la salvezza. Ovviamente non è una bocciatura ma solamente un aiuto a crescere anche perché con il contratto firmato la scorsa estate la Roma ha fatto capire di credere nelle potenzialità del giocatore che inoltre, in questa stagione, ha anche debuttato in Europa League.

Calciomercato Roma, via libera Mourinho: parte in prestito
Faticanti – Asromalive.it

Insomma, una trattativa minore, è vero, ma una trattativa che la Roma vuole chiudere per dare modo al ragazzo di giocare con continuità in mezzo ai “grandi”. Ovviamente come detto si parla di un’operazione in prestito che non al momento non prevede diritto e nemmeno obbligo di riscatto. Secco così. La Roma, a Faticanti, lo vuole tenere nel radar. E di sicuro, infine, nella scelta, c’è anche lo zampino di Mourinho che ha dato il suo ok, visto soprattutto come ha trattato lui i giovani da quando è a Roma. Mettendoli nelle condizioni di potersi esprimere al meglio e tendendoli in considerazione.