Penalizzazione Juventus, Mourinho sapeva tutto: “Lo dico da 3 mesi”

La Roma sorride per la qualificazione alla semifinale di Europa League ma Mourinho è scatenato: le parole sulla Juventus.

Missione compiuta per la Roma che, grazie alla vittoria ottenuta ieri sera ai danni del Feyenoord, ha conquistato la qualificazione alle semifinali di Europa League. Eppure, nonostante il passaggio del turno e l’ottima prestazione offerta, l’umore nell’ambiente giallorosso non è dei migliori: il motivo è da ricollegare alla Juventus.

José Mourinho (Lapresse) – Asromalive.it

I bianconeri, dopo quanto deciso dal Collegio di Garanzia presso il Coni, hanno infatti riottenuto i 15 punti in precedenza tolti dalla Corte federale d’appello nell’ambito del caso plusvalenze. La squadra di Massimiliano Allegri è quindi tornata al terzo posto, a -16 dal Napoli capolista e 2 punti di distanza dalla Lazio seconda. Una mazzata per le altre squadre iscritte alla corsa Champions, costrette ora a fare i conti anche la Vecchia Signora.

Il balzo in classifica da parte della Juve, in ogni caso, va considerato temporanea. La sanzione è stata messa in stand-by e verrà ridiscussa più avanti, nel corso di un nuovo processo il cui esito è tutto da scrivere. La Figc auspica che l’iter si conclusa in maniera definitiva entro il 30 giugno, così da avere una classifica definitiva, ma a riguardo non vi è alcuna certezza. Mourinho, dal canto suo, non si è mostrato affatto sorpreso dall’esito del verdetto emesso ieri al Coni.

Roma, Mourinho commenta il verdetto sulla Juventus

Il tecnico lusitano, nel corso della conferenza stampa post-match, ha utilizzato parole al veleno per commentare il dispositivo. “È 3 mesi che lo vado ripetendo a voi, per noi non cambia assolutamente nulla”. Mourinho, in effetti, già l’8 aprile si era mostrato piuttosto dubbioso sull’effettiva classifica dei bianconeri.

José Mourinho (Lapresse) – Asromalive.it

“Roma terza in classifica? Eh ma siete sicuri che la Juventus non ha 59 punti? In quel caso la Roma sarebbe quarta… Siamo in Italia” le parole pronunciate in quel giorno. Una profezia puntualmente avvenuta. La corsa che porta in Champions è diventata ancora più ripida. I capitolini, al momento, sono quarti a quota 56 punti e nelle 8 gare che mancano alla conclusione del campionato proverà a respingere gli assalti del Milan quinto (53) e dell’Inter sesta (51). Il tutto, senza poi dimenticare l’Atalanta settima (49) prossima avversaria proprio della Roma.