Gestione Dybala e nuovo infortunio: De Rossi allo scoperto

Daniele De Rossi presente in conferenza stampa la trasferta della Roma in casa del Monza. Ecco le parole del tecnico giallorosso alla vigilia della sfida con Raffaele Palladino.

Roma a caccia di continuità in campionato ed attesa dalla trasferta di Monza. Alla vigilia della sfida alla squadra brianzola, che sta vivendo un buon momento di forma, Daniele De Rossi interviene in conferenza stampa da Trigoria. La squadra giallorossa è reduce dalla vittoria di misura interna contro il Torino, che ha permesso di guadagnare nuovo terreno nella corsa al piazzamento in Champions League. In quest’ottica sarà decisiva la gara di domani, prima dello scontro diretto tra Atalanta e Bologna in Serie A.

Si parte dalla sfida al Monza e la situazione infortunati: “Stanno tutti bene a parte Karsdorp, non ha niente di grave, un fastidio al ginocchio ma ha bisogno di una gestione più lunga e Abraham ovviamente. Quando hai tanti giocatori bravi gestisci sapendo che se qualcuno sarà stanco puoi cambiarlo senza che il livello della squadra si abbassi. Dybala sta bene, non so quante abbia fatto 110 minuti e poi 90 minuti, è un discorso psicofisico perché quando fai tripletta anche qualche acciacco lo senti meno. Posso ritenermi soddisfatto.”

Su Palladino: “Dobbiamo essere pronti, siamo pronti su tutto. Sappiamo che incontreremo una squadra forte, sono contento per Palladino perché sta gestendo questa occasione in maniera brillante, il futuro è dalla sua parte, ma domani proveremo a batterlo.

Monza-Roma, la conferenza stampa di Daniele De Rossi

Sulla gestione della rosa: “Non so come era ieri, non è il mio lavoro. Cerco di gestire lo spogliatoio come quando ero Capitano. La responsabilità e il ruolo sono diversi, quando sei allenatore sai che 11-12 li mandi in panchina. Se si sta bene si sta magari un’ora in più in allenamento, non si scappa subito a casa.

Monza-Roma, De Rossi in conferenza stampa
Daniele De Rossi (LaPresse) – asromalive.it

Su Lukaku: “Romelu è messo in discussione come tutti, come Dybala, io per primo. Ma faccio delle scelte quotidiane, ogni 3.4 giorni riguardo a chi deve andare in campo. Lukaku ha giocato 100 partite 90 minuti, a Frosinone l’ho tolto perché non stava facendo benissimo. ”

Sulla situazione societaria in casa Roma: ” È brava la società a metterci a disposizione tutta questa serenità. I risultati ci stanno aiutando, io mi devo interfacciare con la mia società, con Lina, con Maurizio, quelli che sono ora, se alzo il telefono, fusi orari permettendo, posso parlare con Ryan e Dan e sono stati sempre a disposizione. Noi dobbiamo concentrarci sui risultati, l’atmosfera a me sembra molto positiva, non credo stiano succedendo tante cose diverse da quelle che succedono in altri club.”

Riguardo Smalling: “In futuro sarà un giocatore molto importante per noi a prescindere dallo schieramento.

Impostazioni privacy