Moviola Lecce-Roma, caos Marcenaro: non solo il rigore

Lecce-Roma si è chiusa con un pareggio a reti bianche. Ha fatto discutere molto la direzione di gara dell’arbitro Marcenaro, con un mancato rigore che ha fatto infuriare De Rossi.

Pasquetta amara per la Roma di Daniele De Rossi, che sul campo del Lecce non va oltre lo 0-0. La gara è stata da subito spigolosa per la squadra guidata dall’ex numero 16, che a fine partita si è scagliato contro la direzione di gara dell’arbitro Marcenaro. Le statistiche della sfida parlano chiaro e vedono la squadra salentina dominante per larghi tratti di partita, ma l’episodio del mancato rigore su Nicola Zalewski continua a far discutere. De Rossi è stato chiaro ai microfoni presenti al Via del Mare, il fallo c’era ed il rigore andava assegnato, dello stesso parere è l’analisi della moviola da parte dei quotidiani.

Moviola Lecce-Roma, caos Marcenaro: non solo il rigore
Matteo Marcenaro (LaPresse) – asromalive.it

Il mese di aprile, che si preannuncia decisivo ai fini del bilancio stagionale, inizia con un passo falso per la Roma. Il pareggio per 0-0 maturato in casa del Lecce vede il quarto posto allontanarsi di cinque punti. Dietro l’Atalanta – con una partita da recuperare- dista appena due lunghezze dalla squadra guidata da Daniele De Rossi. Ieri per larghi tratti il Lecce di Gotti è stato padrone della gara, sfiorando la rete del vantaggio, non arrivata grazie ad un ottimo Mile Svilar. DDR ringrazia ancora una volta il suo estremo difensore, ma recrimina senza mezzi termini riguardo la direzione di gara dell’arbitro Marcenaro.

Lecce-Roma, la moviola da ragione a De Rossi: Marcenaro bocciato

La partita inizia subito con una scelta sbagliata del direttore di gara, che dopo pochi minuti decide di ammonire Evan Ndicka, per un fallo di certo non cattivo. Il difensore ivoriano era anche diffidato e salterà il derby contro la Lazio di Tudor. Ma la circostanza che ha sollevato un polverone in casa Roma è avvenuta nella ripresa.

Moviola Lecce-Roma, caos Marcenaro: non solo il rigore
Matteo Marcenaro (LaPresse) – asromalive.it

Nel secondo tempo di Lecce-Roma, sugli sviluppi di un calcio d’angolo per gli ospiti, Zalewski viene steso in piena area dal portiere Falcone e da Blin. L’arbitro decide di lasciare correre ed il VAR in modo inspiegabile non interviene per revisionare il possibile calcio di rigore. De Rossi a fine gara è stato chiaro, ed anche i quotidiani danno ragione al tecnico romanista. Il ‘Corriere dello Sport’ assegna un 4.5 al direttore di gara e 5 al Var. La ‘Gazzetta dello Sport’ da un 5 a Marcenaro, per entrambi i quotidiani il calcio di rigore era da assegnare senza dubbi.

Impostazioni privacy