Calciomercato Roma, l’ex giallorosso apre al ritorno in serie A

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18

Calciomercato Roma, nelle scorse settimane si è parlato di un possibile ritorno di Emerson Palmieri nel campionato di serie A.

Genoa-Roma
@ getty images

L’ex terzino giallorosso, attualmente in forza al Chelsea, è seguito da tempo da alcuni club italiani come Juventus, Inter e Napoli. Recentemente è anche circolata la notizia di un interessamento da parte della Roma, che è sempre alla ricerca di calciatori che possano rinforzare le proprie corsie esterne.

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita di Nations League tra Italia e Polonia, lo stesso Emerson ha confermato il suo gradimento sulla possibilità di tornare a giocare nel campionato italiano, mandando anche messaggi d’amore nei confronti della società giallorossa, che, grazie soprattutto al lavoro di Luciano Spalletti, lo ha lanciato nel calcio che conta.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, nuovo ds: arrivano conferme

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, tra ds e rinforzi: sono tre i nomi per l’attacco

Calciomercato Roma, le parole di Emerson Palmieri

Emerson Palmieri (Getty Images)

Io ho un affetto molto grande – ha detto Emerson  parlando della Roma –  tutti lo sanno. Lo scudetto? Credo che la squadra sia forte, parlare di scudetto è sempre difficile ci sono anche altre possibili avversarie, per esempio l’Atalanta sta crescendo tanto“.

Parlando di un ipotetico addio al Chelsea, Emerson ha dichiarato : “Sono sereno, ho ricevuto interessamenti, non solo dall’Italia. Niente cose concrete, ma è chiaro che mi farebbe piacere tornare in Serie A. Non so se accadrà a gennaio o fra cinque anni, non lo posso dire, nel calcio tutto cambia troppo velocemente“.

In conclusione un ricordo sulla partita tra Italia e Svezia che tre anni fa estromise gli azzurri dai Mondiali in Russia: “Io ero a Roma, a casa, perché mi ero fatto male al ginocchio in Roma-Genoa, sono stato convocato ma non sono riuscito ad andare perché infortunato. È stata una situazione che non fa bene ricordare, vedere i miei amici in tv che piangevano non è stato semplice“.