Roma, “Mi chiamo Francesco Totti”: spunta un retroscena inedito

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:05

Roma, a poche ore dal debutto su Sky Cinema, spunta il retroscena inedito su “Mi chiamo Francesco Totti”. Infascelli: “In dubbio se accettare o meno”.

Totti
Francesco Totti, stasera su Sky la “prima” del suo film  (Getty Images)

”Quando mi è stato proposto di raccontare la storia di una figura immensa e trasversale come quella di Francesco, ero in dubbio se accettare o meno. Non per superbia, ma per umiltà”. Parla così Alex Infascelli, il regista del film sullo storico capitano giallorosso, che stasera debutterà in prima serata su Sky Cinema.

Infascelli ha raccontato alcuni particolari del set a “Il Romanista”, sottolineando il duro lavoro. “Dovevo rimpicciolire Totti, farlo diventare della stessa dimensione dello spettatore. Senza però ridurre le sue gesta sportive”.

LEGGI ANCHERetroscena, Mihajlovic: “Quando stava per smettere…”

Totti, parla Infascelli: “In lui qualcosa di leggendario”

lettera Totti
Francesco Totti ©Getty Images

“È noto come gli sportivi non hanno molta voglia di parlare” ha spiegato ancora il regista “e Totti in questo è leggendario. I suoi commenti monosillabici hanno fatto la storia”.

“Vederlo galoppare nel proprio inconscio è stato bellissimo” ha ancora spiegato “per poi costruire la drammaturgia in un secondo momento, al montaggio, strutturandola e rendendola cinematografica grazie alla musica e a quelle immagini mai viste prima”. Una serata speciale quindi per Francesco che non sta vivendo un periodo felice. La morte del padre per le complicanze dovute al Covid-19 e poi la sua positività, così come anche quella della sua famiglia. Sperando che presto il capitano possa uscire da questo incubo. Che lascerà sicuramente strascichi importanti all’interno della sua vita.

Giuseppe Mustica

LEGGI ANCHE:Roma, Francesco Totti è risultato positivo al coronavirus