Roma, nuovi problemi per lo stadio. I Friedkin pronti al piano B

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19

Roma, i terreni a Tor di Valle sono sono pignorati. I Friedkin quindi valutano il piano B: Tor Vergata o riqualificazione Flaminio.

Virginia Raggi (Getty Images)

Nuovi dettagli escono fuori sulla questione stadio. Come scrive Repubblica questa mattina, i terreni di Tor di Valle, dove Pallotta aveva deciso di costruire il nuovo impianto, sono pignorati. 

Di conseguenza, il complesso immobiliare, non è nella libera disponibilità dell’attuale proprietaria, la Eurnova Spa. Parnassi deve estinguere i debiti se vuole cedere quei terreni. Ma al momento questa soluzione non è quella più fattibile. Nonostante le parole rassicuranti della sindaca Raggi nei giorni scorsi che aveva preannunciato che entro la prossima primavera il progetto sarebbe stato completato.

LEGGI ANCHE:Roma, la questione stadio passerà nelle mani di Scalera

LEGGI ANCHEStadio Roma, riavviati i contatti tra i Friedkin e Vitek

Roma, i Friedkin pronti a valutare altre soluzioni

Scalera, avrà in mano la questione stadio (Getty images)

I Friedkin, che hanno tutta l’intenzione di investire per lo stadio di proprietà, che garantirebbe introiti maggiori e quindi liquidità fresca da immette anche nella gestione tecnica della squadra, sono pronti a valutare tutte le soluzioni. Ne avevamo scritto nei giorni scorsi che, al momento dell’arrivo a Roma, molti imprenditori si erano avvicinati alla società per aprire un ventaglio di nuove proposte. Che adesso sono al vaglio. Ma che nel momento dell’insediamento di Scalera, toccherà a lui valutare con attenzione.

Si parla di Tor Vergata o come soluzione quella di dare nuovo respiro alla zona Flaminio. Una riqualificazione che, forse, costerebbe anche di meno e che a livello tempistico è quella più veloce. La cosa certa è che ormai Tor di Valle sembra andata in archivio. Le ultime notizie non sono incoraggianti.

LEGGI ANCHEStadio Roma, “Tanta pazienza, ma siamo stanchi di aspettare”

LEGGI ANCHEStadio Roma, spunta un altro problema all’orizzonte