Calciomercato Roma, all-in su Allegri: la situazione Dzeko-Fonseca

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:08

Calciomercato Roma, per la panchina sarà all-in su Massimiliano Allegri. Ma adesso si cercherà di arrivare in fondo con Fonseca.

Calciomercato Roma
Allegri @getty images

Tutte le fiches, la Roma, se le giocherà su Massimiliano Allegri. Di conseguenza si cercherà di portare a termine la stagione con Fonseca. E se possibile anche con Dzeko. Lo scrive il “Corriere della Sera”, che entra nei dettagli di una possibile trattativa.

Che non sarà immediata, perché anche i Friedkin sono rimasti spiazzati dalla situazione che si è venuta a creare in una sola settimana. Giovedì scorso, prima del derby, sembrava tutto rose e fiori. Poi la sconfitta contro la Lazio ha fatto crollare il castello giallorosso. Che non aveva fondamenta solide è evidente e si manteneva in piedi solamente grazie a dei buoni risultati. Alla prima scossa è venuto giù tutto.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Roma, per Dzeko si riapre una pista inglese: contatti in corso

LEGGI ANCHE: Roma-Spezia, l’annuncio di Fonseca in conferenza stampa | Live

Roma, si punta tutto su Allegri

Calciomercato Roma, esonero Fonseca | Spalletti in pole
Luciano Spalletti ©️Getty Images

Il tecnico livornese non accetterà di sedersi in corsa. Intanto perché non ne ha la necessità. E poi entrare a giochi fatti non fa per lui. Allora la Roma cercherà a maggio di piazzare il colpo per la panchina, facendo una vera e propria rivoluzione in seno alla squadra. Fuori Fonseca con tutto il suo staff, fuori Dzeko – difficile vada via in una sola settimana – e soprattutto carta bianca ad Allegri che avrà la possibilità di lavorare su un programma pluriennale senza pressioni nell’immediato.

L’ex Cagliari, Milan e Juventus cerca una rosa di qualità. In testa il suo calcio è fatto di pratica e di poca teoria. Ma gli servono giocatori che sanno sempre cosa fare quando hanno il pallone tra i piedi. Non entrerà in nessun progetto che non abbia queste caratteristiche. La Roma e Pinto sono pronti ad accontentarlo. Sperando che la gara di questo pomeriggio non devasti in maniera definitiva lo spogliatoio. Una sconfitta, la terza in una settimana, potrebbe far cambiare velocemente idea ai Friedkin. E quindi far iniziare la rivoluzione già da domani. In questo caso sarebbe molto più semplice arrivare a Spalletti o Mazzarri: loro anche in corsa.